Coldiretti: “Vino e olio, eccellenze sarde”

Ad Alghero un seminario promosso dalla Coldiretti

 Il seminario si svolgerà giovedì 14 luglio presso l’Hotel Carlos V di Alghero e tratterà i seguenti temi: registri informatici, normativa giuslavoristica e sicurezza sul lavoro.

Il vino e l’olio, due dei settori più importanti dell’economia agroalimentare regionale, sono al centro del seminario promosso dalla Coldiretti. L’incontro, organizzato in collaborazione con il Comune di Alghero, la Cantina Santa Maria la Palma, l’Associazione Provinciale Produttori Olivicoli Sassari, lo studio tecnico del Geometra Masia e le Strade del Vino della Sardegna Nord Ovest, si svolgerà giovedì 14 luglio alle 9:30 presso l’Hotel Carlos V ad Alghero.

Il programma del seminario “Vino e olio, eccellenze sarde” prevede l’approfondimento di tre temi principali: la dematerializzazione dei registri vitivinicoli, l’analisi e l’approfondimento di tutta la legislazione in materia di lavoro e di sicurezza sul lavoro e l’assistenza tecnica nel settore olivicolo.

Gli interventi sono affidati a: Domenico Bosco, responsabile del settore vitivinicolo della confederazione nazionale Coldiretti; Mario Peretto, presidente della Cooperativa Santa Maria la Palma; Massimiliano Mura, direttore della Direzione Territoriale del Lavoro di Sassari; Simona Cubeddu, responsabile della vigilanza della Direzione Territoriale del Lavoro di Sassari; Peppino Masia, esperto sul tema della sicurezza sul lavoro e consulente della Coldiretti Sassari; Vannina Spanu del Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro; Nicola Garippa, tecnico dell’Appos.

L’incontro si apre con l’intervento del sindaco di Alghero, Mario Bruno e con l’introduzione ai lavori del presidente della sezione della Coldiretti Alghero, Vittorio Cadau. Le conclusioni sono affidate al presidente della Coldiretti Sardegna, Battista Cualbu, e al delegato provinciale dell’Accademia italiana della Cucina, Pasquale Porcu. A moderare il seminario sarà il direttore della Coldiretti Sassari e Gallura, Ermanno Mazzetti.