Citizen journalism, sono i lettori a scrivere il giornale di Cagliari

Da tutti i quartieri di Cagliari e dai centri dell’area vasta, in qualsiasi momento, state realizzando insieme a noi il primo quotidiano sul web. Al servizio semplicemente dei cittadini

Citizen journalism significa portare i lettori al centro della notizia, farli diventare protagonisti immediati del giornale, scrivere insieme a loro il quotidiano di cronaca. “Siete l’unico vero esempio in Italia, come fate a coinvolgere così tanto  i vostri lettori?”, ha chiesto la capo redattrice di La Stampa Anna Masera sabato scorso a Varese al nostro direttore Maurizio Bistrusso durante il festival internazionale del giornalismo online Glocal News. Basta guardarvi,è un dato di fatto: la risposta è tutta nel giornale di oggi.  Siete stati voi, da tutti i quartieri di Cagliari e dai centri dell’area vasta, a confezionare in assoluta libertà l’edizione odierna di Casteddu Online, con le vostre segnalazioni e le vostre foto spedite su WhatsApp al 3420428755. Durante il ciclone Cleopatra la nostra redazione è stata letteralmente sommersa dai vostri messaggi: i parcheggi allagati alle Vele, il Poetto cancellato dalla mareggiata, il mare in salotto a Frutti d’Oro, gli alberi spezzati in via Liguria, il fiume d’acqua in viale Trieste. E ancora il video del caos sulla statale 131, il tronco crollato di schianto ad Assemini sulla statale 130, il muro che cede a Pirri, il chiosco Capolinea sommerso al Poetto. E c’è anche chi, tra di voi, ha voluto invece semplicemente raccontare lo “spettacolo” del maltempo scattando una foto della tempesta dalla villetta di S’Oru e Mari.

Quel che ci ha colpito oggi è stato che ci avete scritto da ogni paese dell’area vasta, ma soprattutto che lo avete fatto con una fiducia e una passione che gratifica da sola il lavoro di tutta la redazione di Casteddu Online. Appena un anno fa c’era chi sorrideva, davanti al progetto di applicare a Cagliari il citizen journalism, che in America era stato già sperimentato con successo soprattutto nelle realtà iperlocali. Noi vi ringraziamo per la libertà con la quale vi state esprimendo: il nostro giornale è un megafono aperto ai problemi della grande comunità dell’area vasta di Cagliari, e la risposta che voi date ogni giorno è semplicemente straordinaria. Perché è unica non soltanto in Sardegna. Perché significa contribuire tutti insieme a realizzare un’informazione libera e gratuita in tempi di crisi avendo gli occhi ovunque, i vostri occhi.  Ci pensate come sarebbe il giornalismo oggi senza gli Smartphone? Dieci giorni fa abbiamo lanciato la nostra nuova versione MOBILE proprio per raggiungervi in ogni posto voi siate,perché a volte (come oggi durante l’emergenza maltempo) l’informazione in tempo reale può persino salvare qualche vita umana. Non c’è un evento di cronaca che non ci venga segnalato in diretta dai nostri lettori, giorno e notte,con foto video e info dettagliate che finiscono poi al vaglio dei nostri cronisti. Vi ringraziamo per  essere così “grandi”, vi invitiamo a continuare a scrivere insieme a noi, ogni giorno, il giornale di Cagliari e dell’area vasta. Citizen journalism: basta guardarvi, è un dato di fatto.