Ciclisti, il guard rail dello scandalo: “Amministrazione poco attenta”

Dure le parole di Scanu, presidente di Cagliari Città Ciclabile

Un guard rail distrutto dall’impatto con un’auto in un incidente stradale lasciato da mesi ad intralciare pedoni e ciclisti. Ecco lo sfogo di Virgilio Scanu, presidente dell’associazione Cagliari Città ciclabile: “Dalle battaglie degli anni scorsi con la petizione “Allarghiamo il marciapiede”, con oltre mille firme raccolte, purtroppo a causa di un recente incidente automobilistico siamo costretti ad aprire la nuova petizione “Ridateci almeno quello”, in attesa che qualche amministrazione non direi illuminata, perché sarebbe troppo – basterebbe un minimo attenta – dia come da noi tante volte richiesto, continuità dalla pista di Su Siccu a quella del canale di Terramaini, e viceversa, unica via di sbocco per chi proviene da diversi quartieri cittadini, dai paesi di Monserrato e Selargius verso Cagliari e il parco di Molentargius. Chiediamo un rapido intervento di ripristino del guard rail per permettere nuovamente almeno il passaggio pedonale, altrimenti si è costretti a percorrere un tratto di asse mediano, assolutamente vietato e pericoloso”.

 


In questo articolo: