Ciao zia Angela: la Chiesa oggi era gremita, ma sembrava vuota

L’ultimo saluto ad Angela Mascia, la nonnina del quartiere Marina: il ricordo commosso del nipote Gianfranco Carboni

Una Chiesa di Sant’Eulalia strapiena, tutto il quartiere, e non solo, rende omaggio alla nonna e zia del quartiere la dolcissima Angela Deplano Mascia, nata a Seui il 19 dicembre 1924. Coincidenze hanno voluto che Ieri abbia avuto la totale percezione del senso della vita nascita e morte, piani diversi e contigui, di un ospedale dell’Hinterland cagliaritano, in ostetricia nasce una bellissima bimba Adalgisa e nello stesso momento una donna amata Angela ci lascia più soli. Che sintesi estrema un minuto due chiamate, cinque minuti – fra gioia e dolore – e hai chiaro il ciclo della vita.

La Chiesa della Marina questo pomeriggio era gremita ma sembrava vuota, un silenzio assordante alla fine del ricordo di Don Mario Cugusi parole sentite attraversano trentasei anni di vita del quartiere, descrivendo una vita di dedizione agli altri. Tanto silenzio da sembrare vuota per le parole forti, le guance tracciate dalle lacrime, per stupore il silenzio lunghissimo interminabile in quel momento vi erano solo una dolce, tenera e piccola grande donna che volava tra noi. Ciao Zia Angela, grazie hai insegnato tanto e dato tanto. Gianfranco Carboni


In questo articolo: