Choc in un istituto comprensivo, preside picchiato dal papà di un’alunna

Marco Cesario, dirigente scolastico, è stato immobilizzato a un polso, scaraventato per terra e colpito con calci e pugni dal padre di una bimba che non sapeva cambiarsi da sola la biancheria


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

L’assurda vicenda è accaduta a Taranto. Marco Cesario, preside dell’istituto Europa-Dante Alighieri, è stato Immobilizzato a un polso, scaraventato per terra e colpito con calci e pugni dal padre di una bimba che non sapeva cambiarsi da sola la biancheria. “Sono tanto amareggiato per quanto accaduto. La scuola è l’anello debole in uno Stato altrettanto debole e destinato al fallimento se le cose non cambiano” ha detto il dirigente scolastico. Al Corriere della Sera ha raccontato: “Una docente aveva chiamato, secondo il regolamento, la mamma di questa bimba di tre anni per cambiarle la biancheria. La signora s’è presentata già in preda al nervosismo perché stufa di essere chiamata ripetutamente per questa incombenza”. Dopo c’è stata un’accesa discussione in cui il Preside ha chiesto alla donna di calmarsi. Nel giro di qualche minuto è arrivato anche il padre della piccola, che ha avuto una reazione ancora più violenta: “L’uomo mi ha afferrato e sbattuto a terra colpendomi con calci e pugni. Mentre ero a terra anche la signora ha tentato di darmi un calcio e ha gridato ‘ora chiamali i carabinieri’. Sono scappato. Avevo il maglione strappato tanta è stata la violenza dell’uomo. La vice preside ha cercato di fermarli e s’è presa anche lei qualche colpo”. “Il genitore si sente padrone: non deve entrare e uscire da scuola a proprio piacimento. A volte penso che servirebbe la vigilanza delle forze dell’ordine” – ha commentato Cesario. “I genitori non educano. Prendono sempre le difese dei figli”. Cesario, per fortuna, è a casa e si rimetterà nel giro di qualche giorno. Il padre della bambina è stato denunciato.