Choc in Sardegna: “Cane morto avvelenato e lasciato senza cure, vogliamo giustizia”

Goku, un pastore maremmano, se n’è andato dopo ore di agonia a Iglesias. Un veterinario? Impossibile da trovare, la denuncia dei volontari: “Mille telefonate, alcune senza risposta e altre discutibili: non finirà qui”.

È morto, avvelenato dalla mano assassina dell’uomo a Iglesias. Goku, un pastore maremmano abituato a girare per la città e conosciuto soprattutto dai tanti volontari delle associazioni animaliste, si è spento nel weekend. Senza un aiuto che fosse uno e che si sarebbe potuto rivelare fondamentale: quello di un veterinario. A denunciare il fatto è l’associazione Impronte nell’Isola, da anni in trincea e in prima linea per la difesa degli animali: “Goku è morto per colpa di persone senza cuore, intolleranti del dormire in mezzo alla piazza storica di Iglesias”.
“Ciò che è accaduto non finirà qui, dalle 23:40 all’1:21 le nostre volontarie, con la stretta collaborazione dell’assessore Francesco Melis, hanno cercato di dare assistenza al povero cane, con un’azione combinata e contemporanea di mille telefonate, alcune senza risposta ed altre discutibili”, denunciano dall’associazione. L’epilogo è stato il peggiore: “È arrivata l’ambulanza medicalizzata”, ma troppo tardi. Goku è morto: “Non finirà qui, qualsiasi forma di giustizia verrà posta in essere, nei confronti di chi si è negato, noi ci saremo e ci costituiremo parte civile”.


In questo articolo: