Choc a Sardara: “Maya, la nostra cucciola di pastore tedesco uccisa con la gola tagliata perché abbaiava troppo”

Enrica Piano racconta una vicenda inquietante: “La nostra cucciola di pastore tedesco é stata brutalmente ammazzata all’interno del giardino di casa. Mio padre l’ha ritrovata riversa in una pozza di sangue e con la gola tagliata. Aveva sette mesi ed era molto docile ed affettuosa. Un atto di una crudeltá inaudita, molto probabilmente posto in essere perché abbaiava troppo”. Le foto della bellissima cagnetta, purtroppo barbaramente uccisa

Choc a Sardara: “Maya, la nostra cucciola di pastore tedesco uccisa con la gola tagliata perché abbaiava troppo”. Enrica Piano racconta una vicenda inquietante: “La nostra cucciola di pastore tedesco é stata brutalmente ammazzata all’interno del giardino di casa. Mio padre l’ha ritrovata riversa in una pozza di sangue e con la gola tagliata. Aveva sette mesi ed era molto docile ed affettuosa. Un atto di una crudeltá inaudita, molto probabilmente posto in essere perché abbaiava troppo”. Una storia assurda, pazzesca, che dimostra quanto l’uomo possa essere crudele nei confronti degli animali. La famiglia ha raccontato la vicenda a Casteddu Online, un dolore immenso perché la perdita di un’amica a quattro zampe in questo modo non è spiegabile con delle semplici parole. Ma si è rivolta anche ai carabinieri, che si sono recati nel giardino dove è avvenuto questo fatto straziante. Enrica racconta tra le lacrime: “Era una cagnetta dolcissima, proprio lunedì avrebbe dov uno iniziare l’addestramento. Una cucciola di pastore tedesco purosangue che la mia famiglia che vive a Sardara aveva preso con grande amore. Era vivace, era giocherellona, l’unica spiegazione di questo tremendo gesto che riusciamo a darci è proprio che sia stata ammazzata perché disturbava perché abbaiava tanto. Qualcuno è entrato nel nostro giardino scavalcando, oppure l’ha accoltellata da fuori perché lei era talmente buona che voleva giocare con chiunque si avvicinasse. E forse l’hanno uccisa così, da fuori, con il coltello. Io, mio fratello, i miei genitori sono sconvolti”. Domani la famiglia della povera, bellissima Maya si recherà nuovamente in caserma per formalizzare la denuncia ai carabinieri. Con la speranza che presto si possa sapere chi ha compiuto questo gesto vile, ignobile, non da essere umano. Nelle foto, la bellissima Maya quando era ancora in vita.

[email protected]


In questo articolo: