Choc a Bosa, 48enne trovato morto col cranio fracassato: addio a Fabrizio Passerò

Il corpo senza vita dell’uomo, un allevatore, ritrovato in una stradina nel centro del paese. Inutili i soccorsi del 118, indagini a tutto campo dei carabinieri.

Choc in pieno centro a Bosa, tra via Manzoni e via Alghero. Il corpo senza vita di un uomo di 48 anni, Fabrizio Passerò, è stato ritrovato in un viottolo. La pista più accreditata è quella dell’omicidio: l’uomo aveva il cranio fracassato, segno di un probabile colpo violento ricevuto alla testa, come è emerso dall’autopsia fatta dal medico legale a poche ore dal ritrovamento del cadavere. Esclusi, quindi, i colpi di pistola, contrariamente a quanto era circolato nei primissimi minuti successi al ritrovamento del corpo. Indagano i carabinieri, che non escludono alcuna ipotesi. Passerò è stato soccorso dal personale medico del 118, intervenuto insieme ai carabinieri della compagnia di Macomer. Sul posto anche il medico legale, per svolgere tutti gli approfondimenti del caso. Si tratterebbe del secondo omicidio nell’Oristanese in appena 48 ore: l’altro è quello del 78enne Tonino Porcu, avvenuto a Ghilarza. Passerò era molto conosciuto a Bosa e in tutto l’Oristanese: da anni in paese, lavorava nel campo dell’allevamento. Il sindaco Piero Franco Casula è già stato informato della tragica scoperta.


In questo articolo: