Chi è Massimiliano Farci, 53 anni, di Assemini: ergastolo per il delitto della Lotus rossa, ora arrestato per la morte di Speranza Ponti

LA STORIA DI MASSIMILIANO FARCI- Era in regime di semilibertà con l’ergastolo, Massimiliano Farci è un asseminese che aveva confessato il clamoroso delitto della Lotus Rossa del 1999 ad Assemini. Ora si difende, affermando che Speranza si sarebbe suicidata. Ma è nuovamente indagato ed è stato arrestato per omicidio doloso, occultamento di cadavere, furto e utilizzo indebito di carta bancomat

Chi è Massimiliano Farci, 53 anni, di Assemini: ergastolo per il delitto della Lotus rossa, ora arrestato per la morte di Speranza Ponti. Era in regime di semilibertà con l’ergastolo, Massimiliano Farci è un asseminese che aveva confessato il clamoroso delitto della Lotus Rossa del 1999 ad Assemini. Ora si difende, affermando che Speranza si sarebbe suicidata. Ma è nuovamente indagato ed è stato arrestato per omicidio doloso, occultamento di cadavere, furto e utilizzo indebito di carta bancomat.

Accuse pesanti, Speranza era infatti la sua fidanzata ed è stato ritrovato il corpo: l’accusa di averla uccisa, esattamente come era stato ucciso tanti anni fa Roberto Baldussi, il proprietario della fiammante Lotus rossa che era il folle desiderio di Massimiliano Farci e del fratello Alessio. Massimiliano, l’assassino in giacca, cravatta e orecchino, ha avuto una vita quantomai difficile: un primo matrimonio fallito, poi un secondo, che era iniziato  insieme al sogno di una nuova vita. Per lui l’oggetto del desiderio era la Lotus di Roberto Baldussi, per dimostrare agli amici di avere un bolide. Per questo aveva coinvolto nell’operazione anche il fratello Alessio, 19 anni, nella vicenda. Morire e uccidere per 35 milioni di vecchie lire, per sfoggiare una Lotus di lusso. Poi però qualcuno aveva gridato alla sua innocenza, dopo la condanna: un pool di investigatori privati aveva messo sul piatto presunte prove a discarico dei due fratelli Farci, mai dimostrate.

Ora una donna che muore ad Alghero, la sua fidanzata, e Massimiliano Farci che dichiara: “Si è suicidata”, e che lui avrebbe soltanto occultato il corpo. La Procura che indaga, gli accertamenti dei Ris di Cagliari che continuano. Scatta il clamoroso arresto per un uomo che era in semilibertà e che ora viene accusato di quello che sarebbe- se le indiscrezioni fossero confermate- un altro femminicidio in Sardegna. Massimiliano di giorno usciva dal carcere, per andare a lavorare nella pizzeria “Sergio’s” che gestiva. E di notte tornava in cella. Speranza era svanita nel nulla dopo avere ricevuto un grosso incasso per una operazione immobiliare. Aveva 50 anni, il suo corpo è stato ritrovato oggi in una abitazione proprio grazie alle indicazioni del suo compagno. E sui social campeggiano ancora le loro foto sorridenti, mentre ora sarà l’esame del medico legale a chiarire nei dettagli come e perchè è morta davvero Speranza. Se si è suicidata, o se è stata uccisa.

jacopo.norfo@castedduonline.it