C’era una volta il ponte costruito per i Mondiali del 90: discarica vergogna a Sant’Elia

C’era una volta il ponte costruito per i Mondiali del 90, attorno allo stadio Sant’Elia. Quando Cagliari aveva ancora uno stadio “mondiale”. Oggi, nel degrado generale, è diventato una nuova enorme discarica abusiva a cielo aperto. La “scoperta” di alcuni ciclisti

C’era una volta il ponte costruito per i Mondiali del 90, attorno allo stadio Sant’Elia. Quando Cagliari aveva ancora uno stadio “mondiale”. Oggi, nel degrado generale, è diventato una nuova enorme discarica abusiva a cielo aperto. Nel 2020 della raccolta differenziata che funziona a sin ghiozzo, che scatena purtroppo tanti incivili che continuano a scaricare l’immondezza dappertutto, in barba anche alle possibili maxi multe. La ” scoperta” è stata fatta questa mattina da alcuni ciclisti di passaggio: un letamaio sulle orme dei tifosi cagliaritani e degli hooligans che nel 90 quando quel pinte fu innalzato seguirono la nazionale inglese nel Mondiale italiano. Sacchetti enormi di spazzatura abbandonata, i resti di banchetti con piatti e forchette di plastica. Secondo alcun i residenti della zona, arrivano qui apposta con le auto, e gettano di tutto. Come purtroppo avviene in molte altre zone, nella vicina Sant’Elia e a Is Mirrionis soprattutto. C’era una volta lo stadio Sant’Elia, ora attorno il triste letto di rifiuti e sporcizia.

jacopo.norfo@castedduonline.it


In questo articolo: