Cento mamme e bambini in arrivo dall’Ucraina, ma a Cagliari non si sa dove accoglierli

La denuncia dal deputato Cappellacci, che ha organizzato la terza missione con il console Anthony Grande.

Sono precisamente 97 i profughi ucraini che stanno arrivando in Sardegna con la terza missione promossa dal presidente della sezione Ucraina dell’Unione interparlamentare, Ugo Cappellacci e dal console ucraini nell’Isola, Anthony Grande. Ma, denuncia Cappellacci, ancora a Cagliari non si sa dove accoglierli.  “Meglio stendere un velo pietoso”, dice senza mezza termini. Dopo una tappa in Polonia, dove è stato raggiunto il primo gruppo, composto da una settantina di mamme e bambini provenienti da case famiglia, i bus hanno prelevato un secondo gruppo proveniente dalla zona di Leopoli e composto da mogli e figli di soldati ucraini delle forze speciali che sono impegnati nella difesa del loro Paese. La carovana della solidarietà, già arrivata in Italia, si imbarcherà questa sera sul traghetto a Livorno con destinazione Olbia.


In questo articolo: