Cavalluccio Marino “regno dei nomadi”: la protesta dei residenti-VIDEO

Due famiglie di nomadi accampate da mesi nell’area verde del Cavalluccio Marino: “Di notte stanno nella roulotte, di giorno tra il giardinetto e la pineta”. Guardate il VIDEO

 

L’area verde dietro l’ex pizzeria del Cavalluccio Marino trasformata in “regno dei nomadi”. Uno spazio del Poetto molto frequentato giorno e notte grazie alla presenza dei cosiddetti “caddozzoni” e dei giochi gonfiabili, oltre che da centinai di bagnanti durante la stagione estiva. Ma da mesi l’area e’ letteralmente occupata da due famiglie di Rom che, con camper a seguito, si alternano tra il viale Poetto e viale Lungosaline, creando un vero e proprio accampamento nell’area verde dietro il locale Cavalluccio Marino, ormai transennato e pronto per rinascere insieme al nuovo lungomare.
 
La protesta degli abitanti. “Ormai il giardinetto e la pineta sono regno dei nomadi da mesi – racconta Piero, residente della zona – Nella fontanella fanno il bucato che poi stendono nelle siepi dell’area verde, mentre loro passano tutta la giornata nella pineta a fianco”. “L’area in pratica è frequentata solo da loro – aggiunge la moglie – Spero che i lavori di riqualificazione riguardino anche questi spazi, e che dopo il restyling queste persone vengano spostate da un’altra parte: non è una questione di razzismo, e’ solo che abbiamo stili di vita diversi e loro sono i primi a non adattarsi a noi”. “Non è un bello spettacolo – dice una bagnante di passaggio verso i parcheggi – Il Comune dovrebbe intervenire perché quest’area si sta trasformando in terra di nessuno”. 

 


In questo articolo: