cagliari / 24 Luglio 2021

“Vitto”, un disco nato in lockdown: esordio del rapper cagliaritano Onibo

Lockdown come occasione per immergersi nella musica. E, visto che uscire con gli amici era impossibile, il sacrificio è diventato un’opportunità per realizzare un sogno: fare uscire un disco. Dieci tracce composte in “clausura” quando l'Italia era in lockdown. È il lavoro di Onibo, 18 anni (il suo vero nome è Vittorio Obino ), musicista cagliaritano, nome nuovo della scena rap hip hop nazionale

Di
do-re-music / 2 Maggio 2017

Primo maggio, Bennato “censurato” in Rai: la musica fa ancora paura?

Edoardo Bennato sul palco del primo maggio fa appena in tempo a dire "Meno male che adesso non c'è Nerone" che viene incredibilmente tagliato e "censurato". Le canzoni che ironizzano sui politici in Italia fanno ancora paura? Nella notte oltre alla rivolta dei fan arriva lo sfogo durissimo del cantante: "Trattamento inaccettabile". Poco prima lo sfogo sul palco: "Bisogna fare capire alle fazioni politiche che le scaramucce che fanno tra loro non ci interessano, che il lavoro per i giovani è prioritario rispetto alle lotte intestine dei partiti politici in Italia. Il vittimismo, l'assistenzialismo, il fatalismo hanno bloccato tutto e tutti per decenni. La situazione è paradossale e kafkiana: manca il lavoro per i giovani. I partiti capiscano che ci interessa il nostro futuro". Guardate il VIDEO, al minuto 17 la Rai ferma Bennato

Di
do-re-music / 10 Febbraio 2017

Paola Turci, il “secondo cuore” delle donne che strega Sanremo

Instagram si riempie di cuori per Paola Turci, "Fatti bella per te" strega l'Ariston e la critica. Secondo posto assoluto nelle cover col brano di Anna Oxa, la storia di una nuova vita per la cantante a 24 anni dall'incidente che la segnò: "Si è vero, adesso non ho più paura di mostrarmi per quella che sono davvero". Un messaggio unico per le donne in continua lotta contro il pensiero comune dell'essere bella

Di
do-re-music / 13 Novembre 2016

Made in Italy, torna Ligabue: la rabbia e l’amore per l’Italia di oggi

Venezia che affonda, bellezza che abbonda.... una bella dichiarazione d'amore per il nostro paese in bilico tra meraviglia e tragedia. L'Italia vista testualmente come "un Paese che fa finta di cambiare, ma intanto resta a guardare". Oppure come "un Paese che era tutto da rifare, ma si voleva rifare". Oppure ancora, restando al ritornello del singolo in rotazione radio da venerdì, come "un treno che non smette mai, non cambia mai, un treno che non è mai stato una volta in orario". 

Di