Castello, rabbia ascensori:”Assurdo bloccare residenti e turisti così”

Cristina Spiga e  Claudio Ara, imprenditori e promotori della cultura sarda che hanno impiantato le loro attività commerciali proprio a Castello: “L’ accesso è tortuoso, si può solo salire dalle scale ripide e  corrose dal tempo, insomma le persone si devono massacrare di scalini e fiato. I disabili o anziani non possono assolutamente godere di una atmosfera magica che solo chi sta in Castello può respirare”

Castello senza ascensori: “troppo brutti” secondo la Sovrintendenza che ferma il Comune facendo infuriare il sindaco Zedda. Storcono il naso anche i commercianti di Castello che sono indignati con le Istituzioni competenti per questo ennesimo rifiuto che blocca la fruibilità del quartiere storico, meta ambita dai turisti e dai cagliaritani, rendendolo isolato dal resto della città.

 
Cristina Spiga e  Claudio Ara, imprenditori e promotori della cultura sarda che hanno impiantato le loro attività commerciali proprio a Castello spiegano con tono acceso:” Ogni giorno la gente si lamenta per la difficoltà che trovano nel raggiungere Castello. D’altronde le strade sono strette e invase da macchine, gli ascensori spenti. L’ accesso è tortuoso, si può solo salire dalle scale ripide e  corrose dal tempo, insomma le persone si devono massacrare di scalini e fiato. I disabili o anziani non possono assolutamente godere di una atmosfera magica che solo chi sta in Castello può respirare. Chi come noi, con tanta fatica, cerca il recupero di tradizioni e costumi della nostra bella isola, deve essere incentivato e non penalizzato. Noi non molliamo, rimaniamo tutti uniti per ridare vita a Castello, il centro storico e pulsante di Cagliari. Non dimentichiamo infatti che qui sono presenti la maggior parte dei monumenti a partire dalla Cattedrale, le Torri d’ avvistamento e i Musei. In una qualsiasi città del mondo si va subito a conoscere le Cattedrali o siti archeologici”. E da noi? Non si può perché “l’ ascensore è troppo impattante dal punto di vista paesaggistico”. E i residenti continuano a rimanere isolati.


In questo articolo: