Castello, il quartiere senza bar: servizi proibiti nel centro storico

Il bar della Cittadella dei Musei desolatamente chiuso in faccia ai turisti: non è l’unico, il viaggio a Castello regala una scia di serrande abbassate  


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Bar della Cittadella dei Musei, desolatamente chiuso da mesi. Un brutto biglietto da visita soprattutto per i tanti turisti che scelgono Cagliari come meta dei loro viaggi. Proprio la Cittadella dei Musei è uno dei siti più visitati dagli stranieri in quanto sede dei più importanti tesori artistici della città, riuniti nelle collezioni museali del Museo Archeologico Nazionale e della Pinacoteca Nazionale, che attraverso bronzetti nuragici e retabli sardi e catalani del Quattrocento ripercorrono la storia dell’isola.

A breve ci sarà un nuovo bando di gara per l’assegnazione dell’attività di ristoro all’interno della Cittadella, ma per ora i turisti, tra una foto e l’altra, non posso rifocillarsi né usufruire dei servizi igienici. Un disagio che si allarga all’intera zona che si trova nel quartiere di Castello. L’unico bar presente al momento è, infatti, il “Caffè delle Arti”, in via del Fossario, oltre ai chioschetti di viale Buoncammino, a qualche metro di distanza, oppure direttamente al Bastione Saint Remy. Una seccatura per chi lavora quotidianamente nella zona, e per i turisti che si recano a visitare le bellezze di Castello, dalla Cattedrale, a Palazzo Regio fino alla Cittadella dei Musei. Foto di Marco Serra Landis.


In questo articolo: