Carmen, 44 anni, separata e sfrattata: “Vi prego, datemi un lavoro”

La storia incubo di una donna di Quartu: “Sono rimasta anche senz’acqua, con mio figlio. Mio marito mi ha lasciata, tra un mese perderò la casa. Ho assolutamente bisogno di un lavoro” 


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Ci sono storie che non si vorrebbero mai raccontare. Che non dovrebbero accadere. Storie che ultimamente sono all’ordine del giorno. Come quella di Carmen. Una madre di Quartu Sant’Elena, che rischia di finire in mezzo alla strada a causa di uno sfratto esecutivo che pende sulla sua testa. E su quella di suo figlio minorenne.

Si chiama Carmela, ma tutti la conoscono come Carmen, ha 44 anni. E’ separata, il suo ex marito l’ha lasciata quattro anni fa. Fra trenta giorni resterà senza casa, perchè non riesce a pagare l’affitto, ormai da mesi.  E come se non bastasse, il padrone di casa ha chiuso i rubinetti dell’appartamento dove Carmen vive con suo figlio di 17 anni. Da due settimane. Una famiglia che vive da quattordici giorni senz’acqua.

“La mia è una situazione difficile – spiega – sono separata, il mio ex marito abita lontano, non ha un lavoro e non riesce ad aiutarmi. Negli ultimi tempi ho fatto qualsiasi lavoro, e nel frattempo  ho dovuto assistere a mio padre ammalato e mia madre, che poi è venuta a mancare. Dopo la sua morte la situazione è precipitata. Ci assistevamo a vicenda ora non so più come andare avanti.Sono stanca di rivolgermi ai servizi sociali, vorrei un lavoretto per poter vivere e pagare l’affitto. Oltrettutto da settimane viviamo senz’acqua, immaginatevi una vita senz’acqua. Non è possibile andare avanti così”.

L’appello di Carmen. “Vorrei solo un lavoro, qualsiasi cosa. Dalle pulizie, all’assistenza anziani o disabili, alla lavapiatti o la cameriera. So che il momento è difficile, ma farei qualsiasi cosa per poter affrontare questa situazione e dare una vita dignitosa a mio figlio”.

E’ il grido disperato di una madre.


In questo articolo: