Carceri: Sdr, 200 vademecum Poste italiane per detenuti Cagliari-Uta

Calligaris : “Nuova apprezzabile iniziativa di Poste Italiane per rendere più efficiente il servizio postale nel Villaggio Penitenziario di Cagliari-Uta”

“Nuova apprezzabile iniziativa di Poste Italiane per rendere più efficiente il servizio postale nel Villaggio Penitenziario di Cagliari-Uta dove, nelle scorse settimane, si erano registrati ritardi nella ricezione delle lettere da parte delle persone private della libertà”. Lo afferma Maria Grazia Caligaris, presidente dell’associazione “Socialismo Diritti Riforme” che si era fatta carico di rappresentare le difficoltà dell’utenza.

“Dopo un’indagine che ha rilevato le criticità e messo a fuoco anche degli errori nella compilazione degli indirizzi e/o nell’affrancatura, Poste Italiane ha inviato nella Casa Circondariale cagliaritana 200 copie di un vademecum destinato ai ristretti con le informazioni indispensabili per rendere più semplice la spedizione e la distribuzione della posta. Un significativo segnale di collaborazione con la Direzione dell’Istituto, affidata a Gianfranco Pala, e un modo pratico per cercare di migliorare un servizio fondamentale per quanti utilizzano la scrittura su carta e le missive quasi come esclusivo strumento di comunicazione con familiari, parenti e amici”.

Il libretto informativo “Poste: lo sapevi che…?”, realizzato in collaborazione con le associazioni dei Consumatori, è stato pensato – si legge nella nota illustrativa – per venire incontro alle esigenze dei cittadini. Costituisce una vera e propria guida ai servizi e ai prodotti postali spiegati partendo dalle necessità dei consumatori. Il libretto raccoglie diverse domande, fornendo le relative risposte: da come spedire un pacco all’estero a cosa si può spedire, a cosa può essere spedito, a come scrivere l’indirizzo. Nell’ultima pagina è presente un bustometro che permette di verificare se gli invii sono stati predisposti correttamente, secondo gli standard previsti. Un ampio spazio è stato dedicato ai servizi di Pubblica Amministrazione erogati ai cittadini attraverso gli “Sportello Amico”: il rinnovo dei permessi di soggiorno, il pagamento del ticket sanitario, la richiesta di certificati anagrafici, certificati Inps e visure catastali. Una sezione del libretto – conclude la nota di Poste Italiane – è poi dedicata alle Associazioni dei consumatori, con una presentazione delle principali attività ed iniziative.


In questo articolo: