Capoterra sconvolta per la morte di Michele Murgia: “Ciao s’amigu”

Il ricordo degli amici del 30enne trovato morto in casa: “Ti sei sempre fatto in quattro per tutti, ho sempre saputo che eri il migliore amico su cui contare”

Un ragazzo voluto bene da tutti Michele Murgia, l’imprenditore di Capoterra trovato morto in casa ieri mattina. Un trentenne come tanti, stroncato da una arresto cardiaco in una domenica di metà agosto. Il ragazzo era molto conosciuto a Capoterra e nel Cagliaritano: figlio del noto ristoratore Cesare Murgia, era anche fratello del vice presidente regionale di Federalberghi, Mauro Murgia. Di loro proprietà il “Caesar’s Hotel” e “Sa Cardiga e Su Schironi”.

Michele era voluto bene da tutti, come dimostrano anche le frasi scritte dagli amici nel suo profilo facebook.  “Amico mio – gli scrive Paolo – Com’è possibile tutto questo! Eri davvero un punto di riferimento per me e per la mia famiglia! Tu che arrivavi e anche nelle giornate più nere riuscivi a trasformare il mio malumore in felicità! Mi mancherà la nostra mania di prenderci per il culo a vicenda, il modo che avevi di puntualizzare sulle cose che facevo e ritenevi sbagliate! Tu che con il tuo Buon cuore eri sempre pronto per aiutarmi e venire in mio aiuto, ti sei sempre fatto in quattro per tutti,mi bastava una chiamata per sistemare le cose e tu arrivavi… ho sempre saputo che eri il migliore amico su cui contare! Ti dicevo che per me eri un fratello. .. bhè oggi non ce l’ho più accanto a me… ora hai un posto speciale nel mio cuore! Oggi più che mai stammi vicino miki”. E ancora “vola leggero  – scrive un cugino – ora sei uno spirito libero…lo sei sempre stato….michy saluta tutti ….ciao cuginetto mio..saluta tutti…senza parole …buon viaggio..continua a saltare tra le nuvole e saluta tutti..ciao s’amigu”. Il funerale verrà celebrato domani pomeriggio alle 16.