Capoterra, la luce in fondo al tunnel di un Puc atteso oltre 40 anni

Il consiglio comunale di Capoterra ha concluso l’analisi delle 110 osservazioni: il piano urbanistico vicino all’approvazione. Ecco tutte le reazioni di maggioranza e opposizione

La luce in fondo al lungo tunnel del Puc a Capoterra. Si è finalmente conclusa questa mattina la lunga e quasi interminabile analisi delle osservazioni al PUC di Capoterra, che permetterà, entro breve, di adottare il nuovo piano urbanistico comunale. Le osservazioni, 110 tra Enti e privati cittadini, sono state analizzate attentamente. Il Presidente della Commissione Urbanistica Leopoldo Marrapese spiega: “Ho seguito il percorso del piano urbanistico come componente e come presidente della commissione e posso dire che è stato fatto un lavoro intenso,”abnorme”, nel giro di qualche mese abbiamo fatto un grande lavoro,approvando qualche settimana fa il piano particolareggiato per il centro storico, e ora siamo quasi arrivati ad un traguardo,l’adozione di un piano urbanistico che nel nostro paese manca da ben 40 anni. Abbiamo tenuto degli incontri con la Regione per chiarire alcuni aspetti concernenti le ossrvazioni e abbiamo riscontrato un atteggiamento di assoluta disponibilità nel darci suggerimenti ed indicazioni utili per non commettere errori nella valutazione delle stesse. Oggi in consiglio si è ultimata la fase indispensabile per poter passare alla successiva, la riperimetrazione del piano urbanistico per ridefinire i perimetri di tutte le varie zone, in modo tale da recepire le osservazioni fatte daRegione e Provincia e tradurle nel PUC, in questo modo recependo le osservazioni degli enti e dei privati, tanto accolte quanto respinte, arriveremo alla definitiva adozione del PUC. Siamo stati aiutati molto dall’Ufficio del Piano, con il lavoro dell’ingegner Porcedda, un lavoro molto importante nello studiare i vari passaggi dal puntodi vista tecnico del piano urbanistico, supportandoci in maniera molto professionale”.

Anche il sindaco Francesco Dessi si mostra molto soddisfatto:”Sono contento per il lavoro svolto fino ad ora e faremo il possibile per dare un nuovo strumento urbanistico alla nostra città nei tempi più brevi possibili”. “Il consiglio comunale ha concluso la fase delle osservazioni, ben 110 tra quelle degli Enti sovracomunalie e dei cittadini- continua Efisio Demuru del Pd, Presidente del Consiglio Comunale- è stato un lavoro complesso e faticoso, ma è prevalso il senso di responsabilità. Il consiglio ha voluto dare, dopo quarant’anni di inutili attese, al territorio di Capoterra una corretta pianificazione rispettosa delle norme urbanistiche e del Pai. Ora si definirà la nuova perimetrazione per le zone C e si troverà di intesa con la Regione  il modo di soddisfare le esigenze di una nuova e forte vocazione turistica e ricettiva nel rispetto dell’utilizzo del suolo e dell’economia . Si è voluto anche evitare che la pianificazione fosse fatta da un commissario ad acta, i consiglieri hanno esercitato così in modo pieno e legittimo i loro compiti di pianificazione del territorio”.

Parla anche Luigi Frau,consigliere dell’opposizione: ”Stamattina sono state licenziate le ultime osservazioni, bisogna tener conto che un numero congruo delle stesse, sarà esaminate da un team in Regione. Infatti alcune di queste potrebbero essere inserite, una volta ottenuto un parere favorevole, nella perimetrazione che nel prossimo futuro dovremo affrontare in Consiglio. Una cosa vorrei rimarcare, nonostante i vari distinguo, tutti i Consiglieri stanno prodigandosi per dare, finalmente, il documento, per eccellenza, di programmazione a Capoterra”.


In questo articolo: