Capoterra, la beffa dei vaccini: “Impossibile trovarli, vietato portare mio figlio a Cagliari”

Una mamma racconta: “A Capoterra se hai un figlio che deve fare il richiamo dell’antitetanica ti dicono che il vaccino è finito e non sanno quando lo avranno di nuovo. Allora chiedi se puoi andare a farlo a Cagliari e ti rispondono che non puoi perché sei qui residente”

Una mamma racconta: “A Capoterra se hai un figlio che deve fare il richiamo dell’antitetanica ti dicono che il vaccino è finito e non sanno quando lo avranno di nuovo. Allora chiedi se puoi andare a farlo a Cagliari e ti rispondono che non puoi perché sei qui residente”.

A raccontare l’odissea dei vaccini è Carmen Salis, una mamma di Capoterra. Che ammette ma protesta: “E va bene, sono contenta di essere qui residente. L’ho scelto…Quindi, mi chiedo:””Cosa faccio, vedo se lo vendono su Amazon?”
E badate, se pensate che questa sia polemica, ho pubblicato solo la sinossi di questa lunga mattinata”. Intanto il sindaco Francesco Dessì in tema di sanità ha lanciato un appello all’Assl, perchè per la scelta del medico gli abitanti di Capoterra sono costretti ogni volta a spostarsi a Pula o a Decimomannu.


In questo articolo: