“Capoterra, in arrivo centinaia di ingiunzioni di pagamento illegittime della Soget: il Comune si scusi subito”

Franco Magi: “Centinaia di ingiunzioni di pagamento a mio parere illegittime sono in corso di notifica ad altrettanti contribuenti capoterresi, e tutto ciò nonostante le centinaia di istanze in autotutela cui il Comune di Capoterra (tramite la Soget spa) non ha mai dato risposta. Tutto ciò costituisce un fatto vessatorio gravissimo, contrario ad ogni norma di legge”

di Franco Magi, consigliere comunale Psd’Az Capoterra

Centinaia di ingiunzioni di pagamento a mio parere illegittime sono in corso di notifica ad altrettanti contribuenti capoterresi, e tutto ciò nonostante le centinaia di istanze in autotutela cui il Comune di Capoterra (tramite la Soget spa) non ha mai dato risposta. Tutto ciò costituisce un fatto vessatorio gravissimo, contrario ad ogni norma di legge, maggiormente aggravato dal fatto che il contratto della predetta Soget (aggiudicataria dell’affidamento del servizio di supporto, all’accertamento e riscossione ordinaria attraverso la stampa, postalizzazione e rendicontazione delle entrate tributarie e delle entrate extratributarie), scade tra pochi giorni, il 31 dicembre 2019.

Questo è forse l’ultimo colpo di coda di una società privata (che più accerta, più incassa e più guadagna) che pur occupando un ampio ufficio nella via Matteotti n. 29 – era finanche risultata essa stessa essere evasore totale del tributo TARI (tassa sui rifiuti), del tributo TASI (servizi indivisibili) e non risultava nemmeno a ruolo come utenza idrica. Il Consiglio comunale, già convocato per martedì 10 dicembre, ha all’ordine del giorno il deliberato sull’accertamento dei tributi comunali, e certamente ordinerà la revisione di tutti gli avvisi di accertamento emessi, la maggior parte dei quali per stessa ammissione del Comune viziati da illegittimità. Mi auguro che il Comune, oltre a revisionare tutti gli avvisi di accertamento, si scusi con i nostri concittadini.


In questo articolo: