Capoterra, due nuovi ponti sulla Sulcitana: costo 15 milioni di euro

Presentata ieri la procedura di Valutazione di impatto ambientale per la demolizione e ricostruzione dei ponti sul Rio San Girolam e Rio Masone Ollastu

 

Ieri pomeriggio, nel palazzo consiliare del Comune di Capoterra, alla presenza del sindaco Francesco Dessì, Anas ha presentato al pubblico la Procedura di Valutazione di Impatto Ambientale per l’intervento di demolizione e ricostruzione dei ponti sul Rio San Girolamo e Rio Masone Ollastu ubicati rispettivamente al km 12,650 e al km 13,250 sulla strada statale 195 ‘Sulcitana’, nel comune di Capoterra in provincia di Cagliari.

 

I lavori, dal costo complessivo di oltre 15 milioni di euro, fanno parte del più ampio progetto di sistemazione idraulica del Rio S. Girolamo e Rio Masone Ollastu, avviato a seguito dell’alluvione di ottobre 2008 e in corso di esecuzione da parte della Regione Autonoma della Sardegna, che prevede la canalizzazione ed arginatura delle due aste fluviali da monte alla foce.

I due nuovi ponti, che saranno ubicati in adiacenza a quelli già esistenti, attraverseranno i due corsi d’acqua e avranno rispettivamente luci da 132 e 41 metri.

 

L’intervento, che comprende anche i tratti stradali di collegamento e raccordo alla viabilità esistente per una lunghezza complessiva di circa 1 km, avrà una durata di 18 mesi dalla data di consegna dei lavori, prevista entro la prima metà del 2018.

 

Nel corso della presentazione gli abitanti del territorio hanno presentato le proprie osservazioni e posto domande ai tecnici Anas che hanno dettagliatamente risposto e preso atto dei suggerimenti dei cittadini.