Capoterra, denunciati due uccellatori. Merito dei volontari animalisti

La Lav: “Fermati due bracconieri, che hanno cercato di disfarsi dei lacci anti uccelli gettandoli nella vegetazione”

Presi due “uccellatori” a Capoterra, bracconieri in trappola. La notizia viene diffusa dalla Lav: “Alcuni giorni fa degli agenti dell’Arma dei Carabinieri, coadiuvati dai nostri volontari di Cagliari e dai volontari del CABS (Committee Against Bird Slaughter), hanno sorpreso due uccellatori nell’atto di completare un sentiero di lacci mimetizzati tra la terra e le piante, per la cattura di uccelli passeriformi, nelle campagne del comune di Capoterra (Cagliari). 

I due hanno cercato inutilmente di disfarsi dei lacci che stavano piazzando, lanciandoli nella vegetazione. I due uccellatori, uno dei quali con precedenti penali specifici, sono stati quindi fermati e deferiti alla Procura della Repubblica di Cagliari per i reati di uccellagione e maltrattamento di animali. Infatti, i lacci di terra che stavano predisponendo, causano enormi sofferenze ai piccoli uccelli che dopo la cattura rimangono in vita molto a lungo, morendo infine per arresto cardiaco.   

L’intervento è stato realizzato nell’ambito del campo che il CABS organizza nel periodo autunnale per scoraggiare le attività illecite che, nel Basso Sulcis e Sarrabus, danneggiano gravemente gli uccelli svernanti. In questa stagione, infatti, inizia la loro cattura per l’illecita commercializzazione nel periodo delle feste natalizie”. Nella foto, i lacci sequestrati. 


In questo articolo: