Capoterra aumenta le tasse, Corda non ci sta: “Il Pd fermi il salasso”

L’appello del consigliere: stop all’aumento dell’Imu su seconde case e negozi di Capoterra. Oggi il vertice decisivo

Capoterra, il giono della verità sulle tasse. Per stasera presso Casa Spadaccino in sessione straordinaria è stata convocata il direttivo cittadino consiglieri e assessori PD per discutere dell’aumento IMU sulle seconde case e attività produttive. Sarà presente anche il sindaco Dessi. In vista c’è l’aumento dell’Imu per le seconde case  e i negozi. Il capogruppo Silvano Corda non ci sta: “Spero che il PD non avalli l’aumento delle tasse in quanto come più volte ho dichiarato la situazione economica nel bilancio delle famiglie capoterresi è a dir poco drammatica. Mi appello al PD, partito guida della coalizione che amministra Capoterra: aumentare l’IMU sulle seconde case e attività produttive significa mettere completamente al tappeto quel poco di produttività che a tutt’oggi ha resistito all’evento della grande distribuzione e non ultimo gli aumenti che arrivano da Roma, per quanto riguarda le seconde case ho già detto più volte che le famiglie sono già allo stremo tra figli disoccupati, tasse comunali e in molte famiglie pensioni da fame. La soluzione si trovi dando una volta per tutte un taglio agli sprechi. L’assessore al bilancio Beniamino Piga si dedichi alle attività di bilancio ascoltando anche le proposte dei vari consiglieri che hanno consegnato una lunga ricetta di tagli”. 


In questo articolo: