Caos all’ospedale di Carbonia: “Infermieri costretti a compilare gli esami al posto dei medici”

Semplici prescrizioni ma anche esami del sangue? Nel reparto di Medicina del Sirai “le richieste le compilano gli infermieri, inserendole nei computer e rischiando di passare guai anche con la legge”. La denuncia arriva dal sindacato Nursing Up

Gli esami e le prescrizioni per i pazienti? Nel reparto di Medicina dell’ospedale Sirai di Carbonia “le richieste le compilano gli infermieri, sono loro ad inserirle online al posto dei medici”. La denuncia arriva dal sindacato Nursing Up, attraverso il suo dirigente territoriale Diego Murracino. “È una situazione di confusione e caos”, attacca il sindacalista, “c’è in atto una violazione della disposizione della direzione sanitaria dell’Ats”. Per Murracino “nel reparto continuano a pretendere che gli infermieri si occupino delle richieste informatizzate delle prescrizioni” e gli si ordina “di contravvenire alle normative vigenti”. Risultato? “Situazioni di tensione, gli infermieri sono esposti ad un possibile illecito di natura penale” perchè si tratterebbe di “esercizio abusivo della professione medica”. Dal sindacato si ricorda che esiste una disposizione “che dispone che l’inserimento degli esami sia effettuato dallo stesso medico prescrittore con credenziali personali”.

 

 

“La coordinatrice infermieristica e il Direttore del reparto di Medicina insieme al Direttore delle Professioni Sanitarie possono disattendere le norme vigenti? Riteniamo ormai assodato”, prosegue Murracino, “il fatto che le prescrizioni siano atti medici e non possano essere delegate ad altri operatori con riferimento specifico all’utilizzo della piattaforma informatizzata Galileo. Le Leggi italiane valgono anche all’interno delle mura del reparto di Medicina dell’ospedale Sirai. È doveroso un chiarimento ufficiale per iscritto da parte del direttore della Medicina per evitare qualsiasi ambiguità o fraintendimento”.