Cannabis, Salvini: “Mi dispiace per i posti di lavoro ma il messaggio è chiaro”

La decisione della Cassazione di ritenere reato la commercializzazione dei prodotti derivati dalla cannabis light non sorprende il ministro dell’Interno: “La droga fa male, non ce ne sono di quelle che fanno più male ed altre che fanno meno male”

La decisione della Cassazione di ritenere reato la commercializzazione dei prodotti derivati dalla cannabis light non ha sorpreso il ministro dell’Interno Matteo Salvini: “È un messaggio chiaro, la droga fa male, non ce ne sono di quelle che fanno più male ed altre che fanno meno male”. Lo ha detto nel corso della trasmissione ‘Dritto e rovescio’ su Retequattro. Il vice premier e leader leghista ha anche tenuto a dire: “Mi spiace per i posti di lavoro e spero che possano essere riconvertiti”, riferendosi a quanti lavorano nelle aziende o negozi legati al settore. Leggi di più su Agi.it.