Canile in pericolo a Quartu, gli animalisti al sindaco: “I cani non finiscano in giro per il mondo”

“Il sindaco si impegni da subito a vincolare chiunque vinca la gara a gestire i cani in loco e non a trasferirli altrove in quanto esternalizzare i servizi non è mai buona cosa specialmente per i cani ospiti”

IL Presidente AIDAA Lorenzo Croce dopo aver letto le dichiarazioni del sindaco di Quartu sul canile in bilico ha a sua volta replicato: ” Prendiamo atto della risposta del sindaco, ovviamente vigileremo per verificare che i cani non finiscano in giro per il mondo, ma sopratutto valuteremo una volta presa visione del bando quanto del milione e mezzo stanziato per i tre anni venturi sarà effettivamente usato per i cani e quanto per coprire le spese di gestione della struttura appaltante. Sarebbe buona cosa- conclude CROCE- che il sindaco si impegni da subito a vincolare chiunque vinca la gara a gestire i cani in loco e non a trasferirli altrove in quanto esternalizzare i servizi non è mai buona cosa specialmente per i cani ospiti, ma prima di dare giudizi definitivi approfondiremo il bando”.



In questo articolo: