Campus di Ingegneria, una nuova bellissima biblioteca a Cagliari

Oggi il taglio del nastro in piazza d’Armi: una biblioteca finalmente moderna per gli studenti cagliaritani

Sono 330 i posti a sedere della nuova Biblioteca del Campus di Ingegneria dell’Università di Cagliari, inaugurata questa mattina nei locali di Piazza d’Armi (alla struttura si accede da via Is Maglias), ma l’alto numero di postazioni è soltanto una delle novità della struttura operativa da oggi. Nella sala di lettura, interamente coperta da connessione web wifi, ogni posto è provvisto di alimentazione elettrica, e gli studenti possono accedere a tre spazi per studio di gruppo e ad un’aula con 16 postazioni web.

 

L’offerta documentaria della Sala prevede una collezione, articolata per materie, di 23mila volumi e di 150 titoli di periodici, disponibile direttamente a scaffale aperto per permettere agli utenti di muoversi liberamente fra gli scaffali e accedere direttamente al patrimonio bibliografico.  Nel grande magazzino, consultabili su richiesta, sono conservate 46mila monografie e più di duemila titoli di riviste. Oltre agli usuali servizi automatizzati (prenotazione, prestito, proroga, document delivery, prestito interbibliotecario) la nuova Biblioteca offre il moderno servizio di auto-prestito (prestito self-service), basato sulla tecnologia a radiofrequenze RFID, che permetterà agli utenti di registrare in autonomia il prestito e la restituzione dei volumi.

 

La nuova biblioteca è stata inaugurata questa mattina dal Rettore Maria Del Zompo e dal presidente della Facoltà di Ingegneria-Architettura, Corrado Zoppi, alla presenza dei precedenti rettori Giovanni Melis (che ha avviato il percorso di realizzazione) e Pasquale Mistretta, dei precedenti presidenti Giorgio Massacci e Alessandra Carucci, oltre a decine di docenti e ricercatori, con il personale tecnico, amministrativo e soprattutto bibliotecario (che ha seguito ogni dettaglio della nuova struttura), e tantissimi studenti. “E’ una risposta chiara e concreta al diritto allo studio – ha detto il Rettore Del Zompo – data in un periodo molto difficile per il mondo universitario e della ricerca. Siamo in prima fila a livello nazionale per chiedere pari dignità e pari condizioni con gli altri atenei italiani. Stiamo lavorando ogni giorno perché i servizi agli studenti cambino in meglio: presto presenteremo altre innovazioni, perché la preoccupazione per il percorso formativo dei nostri iscritti per noi è assolutamente prioritaria”.

 

La soddisfazione del presidente della facoltà Corrado Zoppi: “Anche il Comune di Cagliari ha contribuito – ha commentato – seguendo l’iter autorizzativo di una struttura per noi davvero importante al servizio quasi esclusivo degli studenti. Grazie alla dott.ssa Donatella Tore e alla dott.ssa Sandra Astrella della Direzione Biblioteche e alla Direzione Opere pubbliche dell’Ateneo”. Nella realizzazione sono state coinvolte anche la Direzione per le Reti e la Direzione Acquisti dell’Università di Cagliari.

 

All’inaugurazione è intervenuto anche il sindaco Massimo Zedda: “Aprire un presidio come questo è un elemento positivo per la città – ha detto il primo cittadino – La città è al fianco dell’università per la difesa del suo futuro”.

 


In questo articolo: