Campo largo ma spaccato nel centrosinistra sardo: “Grosso errore, guardiamo tutti uniti ai disastri della destra sardo-leghista”

Maria Laura Orrù, sindaca di Elmas e candidata alle regionali con l’Alleanza rossoverde critica i suoi ormai ex compagni dei Progressisti: “La loro scelta di staccarsi è un errore, bisogna fare tutti uno sforzo e provare a stare uniti”. VIDEO INTERVISTA


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Il campo è largo, ma spaccato. All’appello del centrosinistra unito ai 5 Stelle, in Sardegna, mancano nomi comunque eccellenti: uno è quello dei Progressisti, per intenderci il partito dell’ex sindaco di Cagliari Massimo Zedda. Il matrimonio politico con Renato Soru sembra essere dietro l’angolo, e se la matematica non è un’opinione, più si divide il numero di voti tra vari candidati maggiore è la possibilità di perdere. Maria Laura Orrù, sindaca di Elmas e consigliera regionale di minoranza, ha abbandonato il partito di Zedda già da tempo, confluendo nell’Alleanza rossoverde. C’è anche lei in campo per le prossime regionali: “Va ricercata l’unità sino all’ultimo momento, crediamo che ci sia la necessità che solo tutti uniti si possa battere la destra sardo-leghista che ha reso fallimentare la vita di tanti cittadini e cittadine”, afferma. “Faremo il nostro lavoro e speriamo di vincere per dare risposte alle tante persone, sofferenti, che vivono nel territorio”.
Intento chiaro, riportare il centrosinistra a Villa Devoto, ma al momento l’emergenza è quella degli ex compagni di squadra e di viaggio politico che se ne sono andati: “Stanno facendo un errore, è necessario guardare ai disastri fatti da questa destra e provare a stare uniti, solo così possiamo andare ancora più forte. Spero che rientrino nel campo largo”.


In questo articolo: