Camilla, estetista 19enne di Cagliari: “Senza patente passerò un’estate da disoccupata, sono furiosa”

Camilla Cossu stringe tra le mani il foglio rosa che le permette di guidare “parzialmente” l’automobile: “Ho speso mille euro tra iscrizione, guide e lezioni. Lavoro soprattutto d’estate, un datore non ti assume se non hai la macchina. Sono disperata”. GUARDATE la VIDEO INTERVISTA

Tra le mani stringe il foglio rosa conquistato dopo mesi di guide e lezioni “pagate, in totale, mille euro”. Camilla Cossu, diciannovenne cagliaritana, è una delle tantissime giovani “beffate” a causa dell’assenza di esaminatori. In città ce ne sono pochissimi, e i turni di attesa sono quasi “infiniti”. Risultato: a settembre le scadrà il foglio rosa e dovrà rifare tutto daccapo: “Faccio l’estetista, lavoro soprattutto d’estate e, non potendomi spostare con l’automobile resterò”, anche lavorativamente parlando, “ferma, bloccata. Per me è un grossissimo problema, non lavoro tutto l’anno e ho già speso tanti soldi all’autoscuola. Se non cambierà nulla dovrò pagare altri duecento euro per una nuova iscrizione”, spiega, arrabbiata, la diciannovenne. E provare ad andare a bussare in un’altra autoscuola è inutile, perché il problema è a monte. Meglio, è a Roma: “Il ministero non nomina nuovi esaminatori, quindi gli esami calendarizzati sono pochissimi e vengono privilegiati quelli che hanno il foglio rosa in scadenza”.

E, se il tredici settembre prossimo prima o poi arriverà, Camilla Cossu potrebbe anche, “miracolosamente”, svolgere e superare la tanto temuta prova pratica anche domani, ma non cambierebbe nulla sotto l’aspetto lavorativo, visto che siamo già a fine maggio: “Già c’è poco lavoro per noi giovani, tutti parlano dell’importanza del nostro futuro ma poi non veniamo aiutati a dovere nemmeno nelle cose più piccole, come appunto poter ottenere la patente”.

In questo articolo: