Calasetta, alla consolle disco dance anni’ 80 e ’90 la giovanissima Michelle di 12 anni

Spopola la nuova dj, che in pochi mesi ha già catturato l’attenzione e fatto ballare centinaia di giovanissimi. Il papà Salvatore: “La sua è una passione nata per gioco e io in questo la supporto anche perché sia d’esempio per altri ragazzi che, in questo particolare periodo storico e sociale, sono sempre più isolati e immersi nel mondo virtuale”.

Studia Michelle, frequenta la seconda media, e, da un anno e mezzo, coltiva la passione della musica, quella che rimbomba nelle casse e che tiene acceso il ritmo del ballo e dell’allegria. Chi ha catturato la sua attenzione, non sono stati di certo youtuber e influencer di moda e makeup bensì chi, tra manopole ed encoder, rivisita e personalizza le grandi hit indimenticabili. Quelle degli anni d’oro, che ancora oggi richiamano il grande pubblico nelle serate in piazza o nelle sale da ballo. Il suo mito? Sandro Murru, il maestro e re indiscusso del settore, che da decenni, con sobrietà, e professionalità, è ancora il più amato e seguito.

Spazio ai giovani, insomma, “la musica unisce – specifica Salvatore Casula – e sono contento di questa attenzione e passione di mia figlia. La supporto e le sto sempre vicino”. Una storia che merita di essere raccontata, non solo per la bravura della dodicenne, bensì per l’impegno che dimostra e il sano richiamo non solo dei suoi coetanei ma dei ragazzini più grandi. Un modo per stare tutti insieme, per ballare e divertirsi, con smartphone e tablet in borsa: ogni suo evento è oramai un gran successo, segnale che, alla fine, non occorre poi tanto per stare bene e soprattutto c’è la voglia di cambiare rotta, quella che segna la nuova gioventù come difficile e annoiata. Se non riescono i “grandi” a ribaltare la situazione, spazio, allora, a chi si è appena affacciato alla vita e ha tanto da apprendere, affrontare e da insegnare, anche agli adulti.


In questo articolo: