“Cagliaritani, segnalate i cumuli di rifiuti: anche voi dovete essere guardiani della città”

Più telecamere e multe, foto dei “cafoni” della spazzatura pubblicate e aumento delle isole ecologiche. Il centrodestra “modifica”, in parte, la nuova raccolta porta a porta. Pierluigi Mannino (FdI): “Noi facciamo il nostro, ma anche i cittadini devono provvedere a combattere gli incivili, segnalando i cumuli di spazzatura”. GUARDATE la VIDEO INTERVISTA

L’emergenza rifiuti, a Cagliari, è ancora alta. Cumuli di spazzatura un po’ ovunque, soprattutto nelle periferie, e il Comune guidato dal centrodestra prova a correre ai ripari con varie soluzioni. Telecamere nei punti più critici, ovviamente nascoste, più controlli e multe e aumento delle isole ecologiche a discapito dei mastelli lasciati sui marciapiedi. Pierluigi Mannino, consigliere comunale di Fratelli d’Italia, plaude alle iniziative imbastite dal sindaco Paolo Truzzu ma invita anche i cittadini a fare la loro parte: “Anche loro, come noi, devono essere i guardiani della città. Quando vedono dei cumuli di spazzatura devono segnalarlo, sennò, come per la teoria delle finestre rotte, è matematico che i rifiuti abbandonati aumentino”. Segnalando, invece, “nessuno si sentirà legittimato a lasciarne altri”.

 

“Bene l’ampliamento delle isole ecologiche, insieme agli ecocentri sono fondamentali. Il centrosinistra, negli ultimi otto anni, ha sempre fatto ogni cosa partendo dal tetto, poi forse faceva anche le fondamenta. Noi”, osserva Mannino, “cerchiamo di fare il contrario, per dare un qualcosa di gradevole e di ‘non nemico’ del cittadino”.