Cagliarifornia, dubbi sul pestaggio: su facebook impazzano le parodie

Il nuovo tormentone

Continua il “tormentone Cagliarifornia”. Dopo il presunto pestaggio di sabato notte nei confronti del rapper Federico Chaves Corona, da parte di un gruppo di persone incappucciate, sono numerosi i dubbi sollevati nei social network, e non solo. C’è chi dice si tratti di una messa in scena per pubblicizzare ancora di più il video del nuovo pungente singolo, e chi ironicamente pubblica foto con cerotti al naso e tanto di storie inventate.

“Anche io ieri sera sono stato aggredito da alcune persone incappucciate – scherza un giovane cagliaritano – Non so dirvi quante erano, ma erano tante, anzi tantissime. Sicuramente è girata la voce che voglio incidere un brano che si chiamerà Pirrifornia. Sono molto disgustato dal comportamento di questi individui”.

La denuncia sulla presunta aggressione era stata fatta dallo stesso rapper cagliaritano, Chaves, che ieri nel suo profilo facebook aveva pubblicato la sua foto disteso a letto, e scritto la sua versione dei fatti. “Ho passato una notte d’inferno. Sarete contenti ora. Ma quanto siete falliti? Prendermi alle spalle in tre, per di più incappucciati? Voi siete uomini? E tutto perché? Per una canzone. Tanto i nostri numeri non li farete mai. E appena scopro chi siete non avrete più da contare le nostre views, ma la gente che vi trovate sotto casa, vediamo chi è più pazzo”. Intanto il fenomeno del video che ha fatto parlare per settimane assume dimensioni nazionali con l’articolo di oggi de Il Fatto Quotidiano. Ma sul pestaggio viene da chiedersi: tutto vero, o un’abile mossa per continuare a pubblicizzare il video del nuovo singolo che parla di Cagliari a tutto tondo? Ora spetta alla Polizia fare luce sul fatto di cronaca e fugare ogni dubbio. Nella foto una delle parodie che impazzano nei social network.