Cagliari, Zedda sindaco per la terza volta: “E adesso accelerata sui cantieri e pulizia della città”

Il candidato del campo largo di centrosinistra dopo la vittoria annuncia una “stretta collaborazione tra istituzioni regionali e comunali. Ci sono i problemi dei cantieri e la questione della decoro urbano, ma serve un ragionamento sul capoluogo del futuro. Per il quale servono nuove occasioni di sviluppo ed eventi”. VIDEO


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

“E adesso accelerata ai cantieri e pulizia della città”. Massimo Zedda, vincitore delle Comunali, annuncia le prime mosse per la città che prenderà dopo aver indossato per la terza volta la fascia di sindaco di Cagliari. Il primo cittadino in pectore, visibilmente commosso, ha ringraziato la coalizione e i candidati avversari e ha poi ricordato le due ricorrenze: i 100 anni dall’omicidio di Matteotti e i 40 anni dalla morte di Enrico Berlinguer. Zedda ha parlato di “stretta collaborazione tra istituzioni regionali e comunali. Ci sono problemi dei cantieri e la questione della pulizia, ma serve un ragionamento sulla città del futuro. Servono eventi e nuove occasioni di sviluppo e di crescita per la città” Il nuovo sindaco di Cagliari, con accanto lo stato maggiore del Pd, ha prima di tutto ringraziato “le cittadine e cittadini di Cagliari, la città che per l’ennesima volta, un’altra volta, mi ha dato fiducia, a me e a tutti noi come coalizione”. La vittoria era nell’aria da settimane, Alessandra Zedda e Giuseppe Farris hanno già telefonato a Zedda per riconoscere il risultato delle urne. Un risultato che non lascia spazio a dubbi: vittoria al primo turno con una percentuale che si attesta attorno al sessanta per cento.

 

 

 

“Si tratta di un consenso e anche di un carico di responsabilità per il futuro per l’amministrazione della nostra città”. Le priorità? Quelle che si possono notare facendo semplicemente quattro passi per Cagliari: “I cantieri e la pulizia della città sono tra le nostre priorità. Giorno dopo giorno vorremmo ripristinare questa sintonia tra le istituzioni pubbliche, il comune, l’amministrazione di Cagliari e le tante cittadine e cittadini”.


In questo articolo: