“Cagliari, volevo comprare le scarpe per la mia bambina di due anni: merce vietata, sino al 3 maggio resterà scalza….”

Alberto Carta racconta a Casteddu Online la curiosa vicenda: “Al momento di acquistarle la commessa mi ha detto che non potevo…grazie, signor Solinas, la mia bimba resterà scalza”

“Cagliari, volevo comprare le scarpe per la mia bambina di due anni: merce vietata, sino al 3 maggio resterà scalza….”. Alberto Carta racconta a Casteddu Online la curiosa vicenda: “Stasera mi sono recato in un negozio di viale Marconi, per poter acquistare un paio d scarpe per mia figlia di due anni, poiché ne aveva urgenza e necessità. Ho scelto la scarpa con la commessa ma al momento del pagamento alla cassa mi è stato detto che non poteva più venderli,  in quanto era in corso una ispezione da parte della finanza, la quale intimava alla negoziante di poter vendere esclusivamente panni e alimentari per i bambini. Vorrei ringraziare il signor Solinas per la rigidità con cui applica il nuovo decreto e fargli presente che mia figlia sino al 3 maggio prossimo rimarrà scalza..”, la protesta del genitore.


In questo articolo: