Cagliari, violentava un 13enne alle lezioni del doposcuola: arrestato

Le violenze sessuali consumate nell’abitazione dell’uomo, costretto su una sedia a rotelle, che ora si trova ai domiciliari. Guai anche per il badante dell’arrestato, incriminato per stalking perpetrato nei confronti dei genitori del ragazzo che avevano scoperto tutto

Nel pomeriggio, i carabinieri della stazione di San Bartolomeo, al termine di una complessa e delicata attività di indagine, hanno eseguito due ordinanze di custodia cautelare nei confronti di due cagliaritani pregiudicati; uno dei quali, invalido civile ed in sedia a rotelle. Il reato è quello di violenza sessuale ai danni di un ragazzino minore di 14 anni violenze che sarebbero avvenute in diverse occasioni, dal settembre 2017, quando il piccolo si recava presso a casa dell’uomo per seguire delle lezioni “doposcuola”. Misura cautelare per il badante dell’invalido per il reato di stalking perpetrato nei confronti dei genitori del minore che, venuti a conoscenza del fatto, lo hanno subito denunciato ai carabinieri di Cagliari. L’ arrestato invalido rimane ai domiciliari, lo stalker non potrà avvicinarsi ai luoghi frequentati dal ragazzino (e non si trova un carcere a Uta come riportato per errore in precedenza dai carabinieri, ndr).