Cagliari, via alla grande maratona Crai CagliariRespira: la voce dei protagonisti, le modifiche al traffico

La CRAI CagliariRespira ha ufficialmente inaugurato la sua dodicesima edizione questo pomeriggio con le gare dedicate ai più piccoli, le KidsRun. Oltre 100 bambini hanno invaso la Fiera Internazionale della Sardegna, cimentandosi nelle varie distanze previste:

La CRAI CagliariRespira ha ufficialmente inaugurato la sua dodicesima edizione questo pomeriggio con le gare dedicate ai più piccoli, le KidsRun. Oltre 100 bambini hanno invaso la Fiera Internazionale della Sardegna, cimentandosi nelle varie distanze previste: bambini dai 3 ai 5 anni – distanza 50 metri, 6 e 7 anni – distanza 80 metri, 8 e 9 anni – distanza 150 metri, 10 e 11 anni – distanza 300 metri, 12 e 13 anni – distanza 400 metri, 14 e oltre – distanza 1000 metri. Una vera e propria festa dello sport che si è conclusa con la premiazione di tutti i partecipanti: ogni bambino ha infatti ricevuto, al raggiungimento del traguardo, una medaglia come ricordo del pomeriggio trascorso.

 

DOMANI LA 21KM, LA KARALISTAFFETTA E LA SEIKILOMETRI – E domani si entrerà nel vivo della manifestazione con la mezza maratona: oltre 1200 atleti invaderanno la città di Cagliari per correre lungo i 21km previsti dalla gara, tra le vie del centro storico, già addobbato con luci e mercatini natalizi, e la zona paesaggistica del Poetto/Molentargius.

Immancabile il gruppo guidato da Stefano Biccai, sardo residente a Bruxelles, che ogni anno porta con sé un buon gruppo di partecipanti stranieri, questa volta 12 tra accompagnatori e atleti. “Cerco sempre di portare persone nuove – dice Biccai – ma è ovvio che c’è sempre il gruppo degli affezionati”. “Il cibo, il clima, la gentilezza e il calore dei sardi ci fanno sentire a casa in un contesto totalmente diverso dal nostro” aggiungono Magdalena e Filip, rispettivamente da Repubblica Ceca e Slovenia. “E poter fare il bagno al Poetto il giorno prima della gara è ormai un rito di cui non possiamo fare a meno da anni”, chiude Biccai.

Per quanto riguarda la KaraliStaffetta si contano poco più di 120 iscritti, mentre per la SeiKilometri si registrano al momento circa 1500 presenze, destinate a un ulteriore aumento fino a domani mattina, data stessa della gara.

 

TOP RUNNER – Per la vittoria della gara tre sono i protagonisti principali sui quali si concentrano le attenzioni in queste ore di vigilia. Claudia Pinna ha qualche punto di domanda in testa, ma è una gara che sente sua, non rinuncia volentieri: “Dopo una buona prestazione alla maratona di Siviglia di febbraio è stato un anno difficile per infortuni, ho dunque poche aspettative per la gara. Ho nuotato tanto, fatto triathlon, ma poca corsa. Cagliari è Cagliari però, vengo tutti i giorni per lavoro e volevo esserci, gareggiare alla CRAI CagliariRespira è sempre bello. L’ho vinta 6 volte, domani giocherò d’esperienza e poi chissà…

Si corre sempre bene qui a Cagliari – ha confermato un sempre allegro Said Boudalia – Sarà una gara tirata, ognuno di noi là davanti darà il massimo perché ci teniamo a vincere. Vento o non vento, caldo o non caldo, poco importa. Si prende e si corre al massimo. È così che si vince. Sono contento di esserci ancora una volta, Cagliari Marathon Club è la mia famiglia sportiva”.

È arrivata a Cagliari anche la croata, campionessa mondiale di ultramaratona 100km, Nikolina Sustic: “Sono contenta di essere qui, è la prima volta che visito la Sardegna in vita mia e venire per una gara importante come la CRAI CagliariRespira mi emoziona. Non so come andrà la gara, ho corso la maratona di Firenze domenica scorsa e nelle prossime due domeniche mi attendono le maratone di Reggio Emilia e poi di Pisa. Darò come sempre il massimo, sarà una domenica anche di recupero fisico per me. Sabato mattina intanto ho corso 12km al Poetto sul lungo mare, posto splendido, assomiglia alla mia Spalato dove vivo, speriamo non ci sia tanto vento”.

E20 – Dopo una mattinata dedicata ai gruppi studenteschi e all’iniziativa “Corriamo insieme”, durante l’intero pomeriggio il Padiglione E della Fiera Internazionale della Sardegna è stato palcoscenico di una serata unica di spettacolo, sport e musica condotta da Massimiliano Medda e Roberto Zorcolo. Oltre alle presentazioni dei libri dello stesso Zorcolo (Tutto è possibile – Testa, Cuore e Gambe) e di Gastone Breccia (La fatica più bella), sono state introdotte le band di Rock’On CagliariRespira, alcune delle quali hanno avuto modo di suonare live in acustico proprio all’interno della Fiera, e le Associazioni Benefiche aderenti all’iniziativa Corsa e Solidarietà.

Foto di Francesca Scarabelli


In questo articolo: