Cagliari, “pacchia finita” per i vandali: al Bastione arrivano le telecamere

Sono stati realizzati nuovi impianti di videosorveglianza e l’estensione della rete wifi al Bastione di Saint Remy, nella Galleria comunale e nei giardini pubblici, al Palazzo di Città e al Museo Cardù. Il progetto realizzato nei mesi scorsi permette oggi di proteggere e rendere più sicuri e fruibili alcuni importanti siti che nel passato sono stati oggetto di gravissimi atti vandalici

Il Servizio Innovazione Tecnologica ha rinnovato ed esteso la rete comunale allo scopo di rendere maggiormente fruibili alcuni siti cittadini e renderli disponibili per importanti manifestazioni internazionali, come avvenuto recentemente nella rinnovata Galleria Coperta del Bastione che ha ospitato l’importante vetrina del trasporto aereo “Connect 2019”.

Sono stati realizzati nuovi impianti di videosorveglianza e l’estensione della rete wifi al Bastione di Saint Remy, nella Galleria comunale e nei giardini pubblici, al Palazzo di Città e al Museo Cardù.

Il progetto realizzato nei mesi scorsi permette oggi di proteggere e rendere più sicuri e fruibili alcuni importanti siti che nel passato sono stati oggetto di gravissimi atti vandalici, come accaduto per le statue dei Giardini Pubblici o i graffiti nella terrazza del Bastione, garantendo inoltre la custodia delle importanti opere ospitate nei musei comunali.

I numeri dell’intervento si riassumono di seguito: Al Bastione di Saint Remy sono ora in funzione 7 nuove telecamere e due sistemi per la diffusione della rete wifi comunale. Nei Giardini Pubblici e Galleria Comunale è stato realizzato un nuovo impianto in fibra ottica che ha permesso l’installazione di 7 telecamere e 3 access point esterni per il WiFi, oltre all’installazione di 54 telecamere interne di nuova generazione con l’estensione di ulteriori 3 sistemi radio di accesso gratuito alla rete internet.

Il Museo di Arte Siamese Cardu, che recentemente ha festeggiato i suoi 100 anni con il convegno internazionale di studi orientali, è stato collegato alla rete comunale mediante un ponte radio e oggi dispone dei servizi di accesso libero alla rete wifi ed alle applicazioni multimediali sviluppate per il Museo. Sono in corso le operazioni di potenziamento dell’impianto di videosorveglianza.

Al Palazzo di Città è stato ripristinato ed esteso il sistema di videosorveglianza che oggi dispone di 45 telecamere che garantiscono le misure di sicurezza adeguate alle opere di maggior prestigio.