Cagliari, tutto esaurito per lo show “I monologhi della vagina”

Le due protagoniste si raccontano…

Oggi sotto le luci della ribalta del  Ferai, teatro OFF, torna la pièce “I monologhi della vagina”, per celebrare l’universo femminile.

Per la prima volta sul palco scenico Francesca Cabiddu  e Katia Massa , al debutto, insieme al co-protagonista  Andrea Ibba Monni. 
“Per la quarta volta a Cagliari e per la quarta volta il tutto esaurito”- dichiara l’attore e si dice soddisfatto per le tante adesioni e consensi del  pubblico cagliaritano.
“Alle date di oggi 21 marzo e domani 22 marzo ( spettacoli ore 19 e ore 21 ) è stato necessario aggiungere un ulteriore  spettacolo di sabato 28 marzo -continua Monni  -poiché le richieste son state tante ed abbiamo voluto dare spazio a tutti. Mentre il 14 maggio, annuncia saremo a Sassari “. 
 
Per la quarta volta sentite l’esigenza di presentare la stessa pièce . Perché è così caro al Ferai questo spettacolo ?
 
“Il Ferai è un  Teatro Off, che non gode di agevolazioni o finanziamenti esterni,è fuori dalle contribuzioni regionali- spiega Monni – cerchiamo nel nostro piccolo di dare un contributo nel sociale, e di porre domande a chi ci guarda . Il nostro  non è un pubblico di nicchia, con pellicce e pastrani è fatto di gente che vive e si pone delle domande , persone informate,  a cui noi non  abbiamo velleità di dare risposta. Poniamo loro domande, poiché questo è il vero valore del teatro per noi : la riflessione.Il nostro obiettivo è portare sulla scena ciò che noi attori vorremmo vedere. Il teatro è nato per divertire ,ma aveva in origine anche intenti didascalici, ed il Ferai si identifica in questo  pienamente.
Tra i programmi futuri  ” I monologhi del pene”, per restare in tema ,che debutterà a maggio ,con le celebrità del teatro cagliaritano  che calpesteranno il palcoscenico  del Ferai.” Progetto intrigante -continua Monni- ma non posso per ora svelare nulla di più”. 
In questo caso l’intervista è stata rivolta a tanti uomini che si sono tolti il velo, e la maschera per raccontare di sé.
 
L’opera teatrale ,”The vagina monologues” appartiene ad Eve Ensler. Fu rappresentato nel 1996 a New York. L’autrice stessa recitava i monologhi delle varie donne che condividevano la propria esperienza di donne, raccontando se stesse . L’autrice intervistò 200 donne e diede loro voce, per portare all’attenzione delle masse un disagio, quello della violenza sul gentil sesso che ad oggi è un fenomeno attuale.
La pièce ha fatto il giro dei teatri  di tutto il mondo .


In questo articolo: