Dimagrire, tutti i segreti della dieta macrobiotica: ecco le ricette perfette

Stili alimentari: la dieta Macrobiotica, cosa è, a cosa serve? Le ricette giuste


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Stili alimentari: la dieta Macrobiotica, cosa è, a cosa serve? Le ricette.

A cura di Raffaella Aschieri (@DietistaMenutrix)

La dieta macrobiotica è un regime alimentare che propone una visione del cibo come nutriente profondo seguendo l’alternanza dello Yin e dello Yang. Questo tipo di alimentazione segue l’alternanza delle forze vitaliYin e Yang e propone una visione del cibo come nutriente profondo, dispensatore di energia, energia che varia a seconda degli alimenti che immettiamo nel nostro corpo. Si tratta di una dieta radicata nella sapienza orientale e introdotta in occidente dal medico e filosofo Nyioti Sakurazawa, meglio conosciuto come Geroge Oshawa. Gli ingredienti principali di questo tipo di dieta sono cereali, alghe, grassi e leguminose. I componenti fondamentali della macrobiotica escludono alimenti raffinati, preferisce cibi provenienti da coltivazioni e allevamenti naturali, elimina lo zucchero, evita latte e derivati, preferisce il pesce alla carne, e ricorre, come condimento al sale marino naturale. Un fattore molto importante è la masticazione del cibo, che deve essere lenta, in modo da consentire di fare propri tutti i sapori. Scoprire l’alimentazione integrale è fondamentale per iniziare a entrare nel mondo della macrobiotica. Ogni alimento integrale è una combinazione unica di vitamine naturali, oligoelementi, acidi grassi insaturi, biostimoline. Nella cucina macrobiotica a sostanze chimicamente lavorate che alterano il processo digestivo si preferiscono alimenti naturali che provengono da coltivazioni caratterizzate dall’impiego di concimi organici e dall’esclusione di concimi chimici, diserbanti e anticrittogamici tossici. Erroneamente a volte si pensa che la cucina macrobiotica sia solo una variante della vegetariana. In realtà, la macrobiotica non esclude il consumo saltuario di pesce e di altri organismi di origine marina. Oltre a cereali, legumi e verdure, tra gli alimenti tipici della tradizione macrobiotica: il mis (a base di soia fermentata e cereali), la salsa di soia, il tofu (formaggio di soia), le alghe marine e le radici conservate. Le modalità di cottura preferite sono la cottura a vapore o al forno e se gli alimenti devono essere dolcificati, si utilizza zucchero di canna o composti dolci come lo sciroppo d’acero o di riso; al posto del caffè e del tè si preferisce consumare te verde o caffè d’orzo. La dieta macrobiotica ha il merito di aver fatto conoscere a tutto il mondo alimenti di sapore e origine orientale dalle notevoli proprietà curative, come le alghe. Si tratta di una dieta ottima per chi vuole dimagrire, ridurre il colesterolo o eliminare le tossine. Il vero aspetto problematico di questa dieta è che poggia su una filosofia ben precisa, chi si mette in cammino verso un percorso macrobiotico deve aver prima assimilato, fatto sua, questa filosofia nel complesso. Spesso si va incontro a carenze o sbilanciamenti perché si trascura o si sottovaluta il principio fondamentale dell’equilibrio, per questo è consigliabile essere seguiti sempre da un specialista in nutrizione a alimentazione. Alcune Ricette tipiche Macrobiotiche elaborate da Dietista Raffaella Aschieri PASTA INTEGRALE AGLI AROMI 295 kcal 13,04 P 51,60 G 5,44 L PASTA INTEGRALE 80 g PREZZEMOLO ALLORO AGLIO FRESCO SALVIA OLIO EXTRA VERG.DI OLIVA 5 g BASILICO IN FOGLIE Preparazione LASCIARE MACERARE IN UN GOCCIO DI OLIO DI OLIVA L’AGLIO TRITATO, IL PREZZEMOLO, IL BASILICO IN FOGLIE, LA SALVIA E L’AL LORO PER CIRCA 10-15 MINUTI. NEL FRATTEMPO LESSARE LA PASTA, SCOLARLA E CONDIRLA CON IL SUGO OTTENUTO. PASTA INTEGRALE E FAGIOLI 398 kcal 18,72 P 71,12 G 6,24 L PASTA INTEGRALE 80 g PATATE 40 g FAGIOLI BORLOTTI FRESCHI 40 g OLIO EXTRA VERG.DI OLIVA 5 g SEDANO 15 g CIPOLLE 10 g CAROTE 30 g Preparazione PREPARARE UN TRITO DI CIPOLLA, SEDANO, CAROTA, UNIRE UN GOCCIO DI OLIO DI OLIVA, LASCIARE INSAPORIRE PER ALCUNI MINUTI AGGIUNGENDO ALCUNI CUCCHIAI DI ACQUA ALL’OCCORRENZA. UNIRE POI LE PATATE TAGLIATE A PEZZI ABBASTANZA GROSSI E I FAGIOLI. RICOPRIRE IL TUTTO CON ACQUA E LASCIARE CUOCERE PER 2 ORE CIRCA. 15 MINUTI PRIMA DEL TERMINE DELLA COTTURA UNIRE LA PASTA E LASCIARE CUOCERE FINO A QUANDO LA MINESTRA NON RISULTERA’ DENSA. CREMA DI LEGUMI CON CROSTINI 210 kcal 11,44 P 31,04 G 5,36 L FAGIOLI BORLOTTI FRESCHI 80 g CECI SECCHI 10 g ALLORO CAROTE 10 g ZUCCA GIALLA 10 g PORRI 10 g SEDANO 5 g OLIO EXTRA VERG.DI OLIVA 5 g PANE RAFFERMO INTEGRALE 15 g Preparazione CUOCERE I CECI NEL VAPHOOR PER CIRCA UN’ORA,POI I FAGIOLI, AGGIUNGENDO SUCCESSIVAMENTE GLI ORTAGGI.UNIRE POI I CECI E PASSARE IL TUTTO AL FRULLATOTE FINO AD OTTENERE UNA DENSA PUREA. TERMINARE AGGIUNGENDO OLIO DI OLIVA E CROSTINI INTEGRALI. POLPETTE DI FARRO E SOIA 461 kcal 19,68 P 78,48 G 9,76 L GRANO FARRO 80 g OLIO EXTRA VERG.DI OLIVA 5 g SOIA SECCA 25 g PREZZEMOLO PANGRATTATO 15 g Preparazione FRULLARE IL GRANO COTTO E UNIRLO ALLA SOIA ANCH’ESSA COTTA, AROMATIZZARE CON UN TRITO DI PREZZEMOLO E LASCIARE RIPOSARE IL COMPOSTO IN FRIGORIFERO PER ALCUNI MINUTI. FORMARE POI DELLE POLPETTE DA PASSARE NEL PANE GRATTUGIATO E CUOCERE IN FORNO STOCCAFISSO AL POMODORO 219 kcal 30,52 P 4,62 G 8,82 L STOCCAFISSO AMMOLLATO 140 g CIPOLLE 15 g POMODORI PELATI 110 g OLIO EXTRA VERG.DI OLIVA 5 g Preparazione LESSARE PER CIRCA 10 MINUTI LO STOCCAFISSO. NEL FRATTEMPO DISPORRE IN UN TEGAME UN TRITO DI CIPOLLA, I POMODORI PELA TI, UNGOCCIO DI OLIO DI OLIVA E ALCUNI CUCCHIAI DI ACQUA. LASCIARE INSAPORIRE, DOPODICHE’ UNIRE LO STOCCAFISSO E LASCIARE CUOCERE AGGIUNGENDO ACQUA ALL’OCCORRENZA. SCALOPPINE DI FRUM.IN UMIDO 336 kcal 12,33 P 59,04 G 7,20 L SCALOPPINE DI FRUMENTO 90 g CAROTE 25 g CIPOLLE 10 g SEDANO 10 g PREZZEMOLO OLIO EXTRA VERG.DI OLIVA 5 g Preparazione TENERE IL FRUMENTO A BAGNO PER 24 ORE. TAGLIARE LE VERDURE FINEMENTE E AGGIUNGERLE AL FRUMENTO SCOLATO (CONSERVARE L’ACQUA), SALARE SE PERMESSO E MESCOLARE. AGGIUNGERE UN PO’ DI ACQUA E LAVORARE CON LE MANI PER OTTENERE UNA PASTA DENSA. CON UN CUCCHIAIO METTERE DELLE PORZIONI IN UNA TEGLIA UNTA CON UN GOCCIO DI OLIO DI OLIVA E INFORNARE.


In questo articolo: