Cagliari, Truzzu: “Vicino ai parenti di Daniele, faremo gli attraversamenti rialzati anche in via Cadello”

Il sindaco ha raggiunto il luogo del drammatico investimento del bimbo di 15 mesi, abbracciando i suoi parenti: “Abbiamo rallentato per creare attraversamenti sicuri perché c’è stato un esposto in Procura, la sicurezza stradale è nel nostro programma”

Il sindaco di Cagliari Paolo Truzzu ha raggiunto, a un’ora dal tragico investimento costato la vita al piccolo Daniele Ulver, via Cadello a Cagliari, una strada “maledetta” nella quale, purtroppo, anche in passato ci sono state altre croci. Va dalla nonna del piccolo, distrutta dal dolore e sorretta, in tutti i sensi, da un’amica, e l’abbraccia, poi raggiunge mamma Ilaria, sotto choc, a bordo dell’ambulanza. Lo dice in premessa, Truzzu: “Una tragedia che ci fa capire quanto la nostra vita sia appesa ad un filo, sicuramente c’è stato un comportamento errato da parte del motociclista”. Che, stando alle ricostruzioni della polizia Locale, avrebbe superato un’auto per poi centrare in pieno il passeggino con, dentro, il bimbo di quindici mesi, uccidendolo. “Dbbiamo fare tutto quello che serve per la sicurezza stradale, e lo stiamo già facendo in varie zone della città, realizzando attraversamenti pedonali rialzati”.

 

 

“Da tempo stiamo lavorando per rendere la viabilità sicura, purtroppo proprio per gli attraversamenti pedonali rialzati abbiamo perso tempo perché c’è stato un esposto in Procura”. Ma Truzzu promette: “Li faremo anche in via Cadello, la sicurezza stradale è tra le nostre priorità”.