Cagliari, Truzzu incontra l’ambasciatore dell’Egitto e chiede “verità” per Giulio Regeni

Il sindaco parla di turismo, architettura e, naturalmente, economia con il rappresentante in Italia della Repubblica d’Egitto, ma pone anche l’accento sulla morte del ricercatore: “Fare piena luce su questa tragedia”

Incontro istituzionale tra il sindaco Paolo Truzzu e l’ambasciatore della Repubblica Araba d’Egitto in Italia Hisham Badr, un uomo politico che vanta una decennale esperienza all’Onu e che ha precedentemente ricoperto la carica di ministro degli Esteri nel suo paese. È stato tra i primi incontri dell’ambasciatore nel corso del suo soggiorno di tre giorni nella nostra regione, accompagnato da una folta delegazione della quale fanno parte Vanessa Boi presidente di Global Action, Gavina Cappai dirigente scolastico del Liceo G. Galilei di Macomer,  Rossana Ledda vicesindaco di Macomer, Pierfrancesco Torrisi vice presidente Global Action,  Ettore Dore fondatore Global Action, Gavina Manchinu e Manola Ruiiu docenti  del liceo di Macomer. La Global Action, un’organizzazione no-profit che lavora a Roma con Ambasciate, Nazioni Unite e scuole superiori, è stata la referente di tutta l’organizzazione della visita dell’ambasciatore, dopo l’invito in Sardegna da parte del dirigente scolastico del Liceo di Macomer in seguito ad una cooperazione nata lo scorso anno tramite il progetto educativo Diplomacy Education. In vista della visita a Macomer, l’ambasciatore ha quindi espresso anche la volontà di organizzare una visita istituzionale ufficiale a Cagliari per incontrare le autorità.

Nel corso del lungo colloquio il sindaco Truzzu ha evidenziato i punti di forza della città di Cagliari, il turismo in crescita, il patrimonio storico, architettonico e il vivace tessuto culturale. Ma anche le bellezze naturali ed il grande e prezioso patrimonio ambientale. L’ambasciatore Badr ha auspicato forme di collaborazione e gemellaggi tra l’Egitto e la nostra regione, in quello spirito del Mediterraneo che sottende le nostre relazioni di amicizia. “Cagliari – ha evidenziato il sindaco Truzzu –  offre grandi opportunità di crescita per aziende  e privati che possono esprimere qui idee, creatività e progetti. Ed è forte anche la presenza nel settore dell’Information Tecnology, con molte aziende che hanno privilegiato come sede stabile il nostro territorio e un porto che può offrire grandi opportunità per nuovi scali commerciali. Cagliari è una città che vuole ripartire dal mare”.

“L’Egitto è un paese in crescita – ha sottolineato l’ambasciatore Badr – con grandi talenti. E tutti questi settori possono rappresentare forti elementi di scambio e di formazione.” Il sindaco Truzzu ha infine voluto rimarcare la necessità di fare luce al più presto sulla tragica vicenda del ricercatore italiano Giulio Regeni, ucciso tre anni fa in Egitto. “È un caso tragico per l’Italia e per il nostro paese –  ha sottolineato l’ambasciatore Badr –  e per l’Egitto è un impegno nella ricerca della verità. In questo senso continuano costantemente gli scambi e i rapporti tra la Procura egiziana e la Procura italiana”.