Cagliari, Truzzu dopo la pioggia di calcinacci nel suo ufficio: “Per fortuna ho la testa dura”

Il mini crollo di pezzi di intonaco avvenuto, fortunatamente, quando il sindaco non c’era. E lui sdrammatizza: “Anche se ci fossi stato non sarebbe successo nulla, ho la testa dura”. GUARDATE le FOTO

Del mini crollo avvenuto al terzo piano di palazzo Bacaredda, dentro il suo ufficio, ha visto solo un paio di foto e poi, dal vivo, la polvere che ha ricoperto gran parte della sua scrivania e una sedia.

Il sindaco di Cagliari Paolo Truzzu, a poche ore dall’improvvisa e imprevista pioggia di calcinacci, osserva la porzione di soffitto danneggiata, proprio sopra la maxi lampada, e sceglie di buttarla sull’ironia: “Per fortuna ho la testa dura, ecco perché anche se fossi stato presente durante il crollo non sarebbe successo niente”. Insomma, uno scampato pericolo in piena regola. Truzzu, ieri, aveva tutta una serie di importanti appuntamenti istituzionali, e si trovava ben distante dalla sua scrivania principale: “Diciamo che non è successo nulla”. Adesso, toccherà agli operai compiere tutte le verifiche del caso e definire l’entità del danno. Almeno per oggi, questo è poco ma sicuro, l’ufficio del sindaco sarà totalmente off limits.


In questo articolo: