Cagliari, Truzzu bocciato anche nello sport: “Tutti gli impianti chiusi, è il momento più buio per gli atleti”

L’opposizione di centrosinistra all’attacco anche sulle promesse mancate da Truzzu nello sport: “Lo sport sta vivendo a Cagliari il momento più buio della sua storia e da parte del Comune non c’è alcun segnale di attenzione. Durante la pandemia criminalizzato chi andava a fare attività motoria, ora nessun segnale di ripresa”

Cagliari, Truzzu bocciato anche nello sport: “Tutti gli impianti chiusi, è il momento più buio per gli atleti”. L’opposizione di centrosinistra all’attacco anche sulle promesse mancate da Truzzu nello sport: “Lo sport sta vivendo a Cagliari il momento più buio della sua storia e da parte del Comune non c’è alcun segnale di attenzione.

Siamo passati da un’amministrazione di centrosinistra che ha creduto nello sport per tutti, investendo nella riqualificazione degli impianti ma soprattutto nella trasformazione dell’intera città in una palestra a cielo aperto, che ha puntato sulla promozione delle sport mettendolo al centro dell’agenda politica comunale ottenendo il titolo di città europea dello sport 2017 e di città europea del nuoto nel 2018, a un’amministrazione completamente assente in questo settore.

Durante la pandemia l’amministrazione di centrodestra ha puntato sulla criminalizzazione di chi andava a fare attività motoria, relegando entro i 200 metri da casa chiunque volesse svagarsi un po’, ancor prima delle ordinanze regionali e dei decreti del Governo.

Non c’è stata nessuna iniziativa orientata al benessere fisico e psicologico dei cittadini di Cagliari, né durante l’emergenza nè ora. Sembra davvero che lo sport e le attività motorie non interessino questa amministrazione.

Ancora oggi, infatti, tutti gli impianti gestiti direttamente dal Comune, a eccezione del campo di atletica leggera Santoru, sono chiusi.

Non sono stati pubblicati i bandi per l’assegnazione degli spazi nè quelli per i contributi a sostegno delle associazioni sportive.

A oggi non si sa con esattezza quando gli impianti comunali riapriranno e con che modalità, non sappiamo neanche se e come sarà possibile utilizzare le palestre scolastiche che le società sportive cittadine erano solite utilizzare per le loro attività.

A oggi non è dato conoscere le intenzioni di questa amministrazione per lo sviluppo e il sostegno al mondo sportivo”, le dichiarazioni del centrosinistra che prosegue il suo “alfabeto mancato delle promesse elettorali di Truzzu, giunto alla lettera S.


In questo articolo: