Cagliari, troppi istruttori improvvisati: in fila dal fisioterapista

A Cagliari il “business” della fisioterapia per chi si infortuna per colpa di molti istruttori di sport improvvisati: in aumento ernie, dolori muscolari, alluce valgo e altri malesseri

Troppi insegnanti di sport improvvisati. I cagliaritani si ritrovano a dover fare i conti col fisioterapista. I problemi maggiormente riscontrati dagli atleti sono alluce valgo, gambe e spine dorsali storte, ernie e dolori muscolari vari. Complice la scarsa o nulla preparazione di qualche insegnate, sono sempre più in aumento le persone che accusano problemi fisici a seguito di un prolungato allenamento rivelatosi poi scorretto. Qualcuno crede che per poter insegnare discipline come pilates e bodybuilding sia sufficiente guardare un dvd o leggere un libro. Ma non è così. Esistono specifiche direttive da seguire e precisi attestati da avere per poter aprire una scuola. Ci vogliono anni di studio per evitare di rovinare le persone.

“Il problema si risolve di un cambio di mentalità da parte dei gestori delle palestre e degli utenti, il miglioramento dei corsi per istruttore sarebbe solo una conseguenza. Gli utenti dovrebbero capire che in palestra si stanno prendendo cura del loro corpo non si devono preparare per l’estate, non devono smaltire i sensi di colpa. Se prendessero con la palestra con la stessa attenzione con cui seguono una cura forse pretenderebbero la cura migliore e le palestre si dovrebbero adeguare fornendo un servizio più professionale”, afferma Riccardo Zuddas istruttore di body building. 


In questo articolo: