Cagliari, tra il Largo e via Roma gli abusivi non mollano: borsette e scarpe col trucco vendute sotto il naso dei negozianti

Il Comune ha promesso un nuovo pugno di ferro contro gli ambulanti irregolari, ma la situazione sotto i portici e fino a piazza Yenne non cambia. I venditori abusivi stranieri continuano a vendere di tutto: “Solo proclami, nessun controllo”. GUARDATE il VIDEO REPORTAGE di stamattina

Scarpe dei marchi più blasonati, borsette e addirittura giubbotti. Il grande bazar dei venditori irregolari è ancora “di casa” tra il Largo Carlo Felice – soprattutto sul marciapiede davanti alla chiesa di Sant’Agostino – e via Roma, dove il commercio abusivo avviene un po’ ovunque, sotto i portici. Dall’amministrazione comunale ieri è arrivata l’ennesima presa di posizione: pugno di ferro contro gli ambulanti che vendono senza nessuna autorizzazione. E, se qualche commerciante confessa che, ogni tanto, passa qualche agente della polizia Municipale, la verità sembra essere una: le vendite illegali vanno alla grande tra l’ora di pranzo e il primo pomeriggio. Sono le ore nelle quali molti negozi chiudono per la pausa pranzo. E gli affari fioccano.

E arriva anche il duro commento della Confcommercio: “Ecco la situazione in via Roma il giorno dopo gli annunci fatti dal Comune. Solo proclami e nessun controllo”, afferma Emanuele Garzia, che ha scattato e pubblicato sul suo profilo Facebook una serie di fotografie dei tanti lenzuoli sopra i quali gli abusivi stranieri vendono capi di abbigliamento.

In questo articolo: