Comune, giù la Tari: sconti a famiglie e studenti fuori sede

L’amministrazione taglia la tassa sui rifiuti: riduzione del 39 % alla famiglie con almeno 4 componenti e del 20 % a quelle con meno di 4. Dimezzata la tassa per gli universitari in città. Chi abita a 500 metri dal cassonetto ha diritto al 40 % di sconto

Tari: sconti e famiglie e fuori sede. C’è l’ok dell’esecutivo di Zedda che mira a “proseguire la politica tariffaria degli anni pregressi focalizzata sul contenimento del carico fiscale in capo ai contribuenti”.

La Tari si compone di due parti: la parte fissa, determinata in base alla superficie e alla composizione del nucleo familiare, e la parte variabile, rapportata alla quantità di rifiuti indifferenziati e differenziati specificata per kg, prodotta da ciascuna utenza (tuttavia, nel caso di impossibilità di misurazione dei rifiuti per singola utenza, è previsto che essa venga determinata applicando uno specifico “coefficiente di adattamento”).

Secondo quanto stabilito dalla giunta cagliaritana la riduzione per le utenze domestiche è del 39% (della parte variabile delle tariffe) per i nuclei familiari di quattro componenti e più e del 20% (sempre della parte variabile) per i nuclei familiari con meno di quattro componenti.

Dimezzata la Tari agli studenti fuori sede. Sì all’abbattimento del 50% della parte variabile delle tariffe domestiche calcolate, come per la parte fissa, ai sensi dell’articolo 2 della legge regionale 13/89 (con arrotondamento all’unità superiore) e, comunque, per un massimo di 4 componenti per gli immobili occupati in base ad un contratto di locazione a canone concordato (di durata minima nel corso dell’anno di almeno 10 mesi) o a titolo di proprietà (anche di un componente del nucleo familiare di origine) da: studenti universitari fuori sede iscritti all’Università di Cagliari, studenti universitari iscritti all’Università di Cagliari residenti a Cagliari il cui nucleo familiare di origine risiede in altro Comune. Il costo delle agevolazioni per le casse comunali ammonta a 3 milioni di euro.

È stato anche stabilito che le utenze che si trovano a 500 metri dal più vicino punto di conferimento, (misurato dall’accesso dell’utenza alla strada pubblica), il tributo è ridotto, sia nella parte fissa che nella parte variabile, al 40%.

Le tariffe approvate hanno effetto da quest’anno e a questa si aggiungerà anche un 5 % in più di tributo provinciale per la tutela e la protezione ambientale, determinato dalla Città Metropolitana di Cagliari.

 


In questo articolo: