Cagliari, studenti del De Sanctis in sciopero: “Lottiamo per i nostri diritti, il riscaldamento non è un privilegio”

Lo sfogo di una studentessa: “Non possiamo fare lezione con i giubbotti, non riusciamo a scrivere e stare seduti 5 ore al freddo. Siamo a gennaio e non abbiamo ancora riscaldamento. Non è un privilegio, lo sciopero è un nostro diritto non possono impedirci di protestare, e invece siamo stati ammoniti”

E’ continuata anche oggi la protesta degli studenti del liceo de Sanctis a causa del “malfunzionamento degli impianti di riscaldamento”. Centinaia di giovani sono sul piede di guerra.

“Nonostante tutto quello che stiamo cercando di fare non abbiamo ottenuto nulla- racconta una studentessa-  Oggi eravamo molti più di ieri e ci siamo uniti tutti per lottare per i nostri diritti perché non è possibile che nelle scuole il riscaldamento stia diventando un privilegio. Non possiamo fare lezione con i giubbotti, non riusciamo a scrivere e stare seduti 5 ore in quella scuola che sembra il polo nord sta diventando impossibile. Siamo a gennaio e non abbiamo ancora riscaldamento. Oggi ci hanno ammoniti e anche questa cosa non va bene, – denuncia. Lo sciopero è un nostro diritto, non posso impedirci di protestare.”