Cagliari, smantellata “casa dello spaccio” a Mulinu Becciu: droga ovunque, anche nel freezer

Un alloggio popolare all’ultimo piano di un palazzo trasformato in market della droga, in via Piero della Francesca. Blitz dei carabinieri: sequestrato hascisc, cocaina, marijuana e migliaia di euro. Arrestato un trentaduenne pregiudicato, ecco chi è 

I carabinieri della compagnia di Cagliari hanno arrestato per il reato di traffico illecito di sostanze stupefacenti un noto pregiudicato di 32 anni, Simone Bellu. I militari, arrivati in Piero della Francesca, hanno notato un via vai sospetto di pesone fuori dal civico 7/C e così sono entrati nel palazzo. Una volta arrivati all’ultimo piano hanno trovato il trentaduenne che, colto di sorpresa, ha tentato di fuggire per le scale e ha buttato da una finestra delle buste piene di droga. In casa aveva 1,3 chili di marijuana, oltre sessanta grammi di hascisc e cinque grammi di cocaina: tutto lo stupefacente era suddiviso in decine di dosi pronte per essere vendute. I militari una vera e propria casa dello spaccio: l’appartamento era infatti “protetto” con un sistema di videosorveglianza dotato di due telecamere, un videoregistratore ed uno schermo. Simone Bellu, quindi, aveva un pieno controllo di tutti i movimenti, visto che poteva anche controllare chiunque entrasse nel palazzo.

 

La droga era nascosta in diversi punti della casa, addirittura anche all’interno del freezer, noto metodo di essicazione per la successiva lavorazione chimica e trasformazione nel cosiddetto “fumo”. Simone Bellu è stato arrestato e rinchiuso nel carcere di Uta in attesa del rito di convalida.