Cagliari, sit in dei lavoratori al porto: a rischio 80 buste paga

Un presidio per difendere il posto di lavoro

Cagliari, lavoratori portuali in presidio per difendere il posto di lavoro nello scalo industriale cagliaritano. La manifestazione pacifica, sotto gli uffici dell’Autorità portuale alla fine di via Roma, è stata organizzata dalla Filt Cgil Cagliari per chiedere certezze e garanzie sul futuro lavorativo degli ottanta dipendenti portuali. Stasera è previsto un incontro per trovare una accordo risolutivo.

“La preoccupazione per il destino degli 80 dipendenti e per le loro famiglie è molto forte – si legge nel documento a firma del segretario generale Massimiliana Tocco – la delicata situazione se non adeguatamente portata a soluzione rischia di creare un ulteriore forte crisi occupazionale con ripercussioni sociali rilevanti, in vista anche della prossima revisione dell’organico prevista per i prossimi mesi. Le politiche intraprese dalle nuove aziende operanti nel sito, quali nuove assunzioni anche a termine, prospettano una situazione a dir poco nebulosa che rischia di lasciare come vittime proprio i lavoratori della compagnia ‘Lavoratori portuali’”.


In questo articolo: